Chris Froome (LaPresse)
Chris Froome (LaPresse)

Roma, 13 giugno 2019 - Sono stazionarie le condizioni di Chris Froome, sottoposto nella notte a un delicato intervento chirurgico per la riduzione delle fratture riportare nella caduta durante la ricognizione della crono del Delfinato. Il campione britannico, che si è rotto femore e gomito destro oltre a numerose costole, è ricoverato all’ospedale di Saint Etienne, dove è stato trasferito in elicottero dopo il primo trasporto al pronto soccorso di Roanne, dove è avvenuto l’incidente: i medici, dopo l’operazione, lo mantengono nel reparto di terapia intensiva.

Chris Froome, brutta caduta al Delfinato. Salta il Tour de France

A seguire il decorso operatorio del vincitore di quattro Tour, oltre allo staff della sua squadra, c’è la moglie Michelle, che nella notte ha postato un tweet sul profilo del marito: "Chris è in questo momento sottoposto ad intervento chirurgico per ridurre le fratture multiple, per favore tenetelo nei vostri pensieri. Spero di poter condividere un messaggio con lui domani mattina", le sue parole.

Sulla salute di Froome si è espresso Gilbert Versier, il chirurgo ortopedico del Tour, dicendosi ottimista sulle possibilità di recupero del campione britannico. "La frattura del femore è penosa da sopportare perché provoca forti dolori e ogni tipo di manipolazione deve essere effettuata con estrema precauzione. Una frattura esposta spiega il perché Froome abbia dovuto essere assistito tanto a lungo in ambulanza prima di poter raggiungere l’ospedale. Per una lesione simile bisogna pulire la ferita, sottoporre il paziente a flebo e a iniezione all’altezza del nervo curale: il tutto entro le prime sei ore per minimizzare i rischi di infezione. Va considerato che per avere una frattura esposta del femore, il trauma dev’essere stato davvero violento: l’osso non è sotto pelle come può capitare ad esempio per la frattura della tibia, ma deve trapassare il quadricipite che è un muscolo potente. Comunque sono ottimista sulle possibilità di recupero, conosco Froome e so che tornerà in gran forma per la stagione 2020".

Molti i commenti sui social e sulla stampa dei colleghi di Froome: fra loro anche Richie Porte, dispiaciutissimo per quanto accaduto all’ex compagno. ‘Ero in macchina per la ricognizione e Dan Martin mi ha mandato un messaggio scrivendomi di aver visto tutto. Non è bello, che sia un rivale o no, e non importa cosa pensino le persone di Chris Froome, lui ha ancora due figli piccoli e una moglie a casa. A nessuno piace vedere qualcuno farsi male. Froome è uno dei ragazzi più tosti, per come si allena e per com’è caratterialmente’.