Roma, 13 aprile 2019 – Mitch Evans su Panasonic Jaguar Racing è il vincitore del secondo E-Prix di Roma di Formula E sul circuito cittadino dell'Eur. L'imprevisto: dopo 45 minuti di corsa, più un giro, la gara è stata sospesa 50 minuti nelle prime fasi a causa di uno scontro che ha coinvolto numerose vetture. La seconda edizione dell'E-Prix di Roma, è stata un po' rovinata dalla pioggia. Ma fin dalla mattina, con le prime prove alle 8, e il tempo clemente, l'evento tanto atteso, con i bolidi elettrici a Roma, si era animato, e tanti romani si erano presentati all'Eur.

Sport, tutti i risultati e le classifiche

Andrè Lotterer, del team Ds Techeetah Formula E, che partiva dalla pole e ha a lungo dominato la gara, alla fine è giunto secondo. Lotta tra Evans e Lotterer

Le qualifiche si sono disputate alle 11.45 e la Super pole alle 12.30, all'asciutto.  Ventidue i piloti in gara per undici squadre.

La pole

La griglia

LE QUALIFICHE - Nelle qualificazioni, guastate dalla pioggia, Andrè Lotterer del team Ds Techeetah Formula E, si era piazzato in pole position sulla griglia di partenza. A suo fianco Mitch Evans su Panasonic Jaguar Racing. Terzo Josè Maria Lopez a bordo della Geox Dragon. Nelle sei gare precedenti si sono registrati altrettanti diversi vincitori. 

START

SPETTATORI E PIOGGIA - C'erano tanti spettatori sulle tribune e sulle zone prato che circondano il circuito, dove erano attesi, pioggia permettendo, almeno 35mila spettatori. Ma all'improvviso lo scroscio dal cielo ha fatto scattare il fuggi fuggi generale di fan e addetti ai lavori. Decine di ombrelli si sono aperti sulle tribune e nelle zone prato, mentre in molti si sono organizzati con impermeabili tascabili. 

RAGGI IN PISTA - Verso le 13 giro di pista su auto elettrica anche per il sindaco di Roma, Virginia Raggi. La prima cittadina ha indossato il casco e ha effettuato un giro come passeggera di una Bmw i8 Roadster guidata dal presidente di Formula E, Alejandro Agag. In precedenza sulla stessa vettura erano saliti anche Flavio Briatore e l'attore Ewan McGregor.

 Virginia Raggi (Lapresse)

Anche il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, è all'Eur. Prima della gara il vicepremier ha fatto un giro ai box sotto la pioggia. Salvini è accompagnato dalla figlia di 6 anni.

Matteo Salvini con la figlia alla corsa di Formula E (Lapresse)

INIZIATIVE - Numerose le iniziative per intrattenere il pubblico prima dello start all'E-Prix allestite nella zona dell'E-Village. C'erano i simulatori di guida, e anche le vere e proprie auto delle maggiori case di produzione da testare all'aperto. Per i bambini c'era la 'kids zone' con la scuola dei piloti per conoscere le prime nozioni e personalizzare i propri caschi in cartone. Infine pochi minuti prima del via le Frecce Tricolori sono passate sul circuito per distendere nel cielo la bandiera italiana più lunga del mondo.

GLI STUDENTI DELLA SAPIENZA IN PISTA - Sulla griglia di partenza, per affiancare i piloti in attesa di correre l'E-Prix di Roma, come le 'ragazze ombrellino' in altri campionati, c'erano ragazzi e ragazze iscritti all'Università Sapienza di Roma. I giovani mostravano il numero di gara sulle cosiddette 'lollipop' al fianco di ogni vettura schierata in pista. I ragazzi fanno parte del Formula Sae Student Electric 'Sapienza Fast Charge', la competizione studentesca organizzata dalla Society of Automotive Engineers che ha come obbiettivo la progettazione e la produzione di un'auto da corsa che verrà poi valutata in base alle sue qualità di design ed efficienza ingegneristica. 

FORMULA E, CAVALLI E IL CIRCUITO - I bolidi elettrici della Formula E sono vetture potenziate a 250kW di potenza, 340 cavalli, e rispetto all’anno passato le velocità massime saranno più alte e potrebbero raggiungere i 280 orari. Per quanto riguarda il circuito, la partenza è prevista da piazza Marconi, poi breve allungo su via Cristoforo Colombo che anticipa un tornantino angusto che porta verso Viale Asia, svolta a sinistra per il tratto misto verso Palazzo dei Congressi a cui segue Viale dell’Arte e Viale dell’Artigianato. Dopo una breve discesa e svolta a sinistra ci si immette in Via delle Tre Fontane prima di una curva a novanta gradi che porta a Viale dell’Agricoltura, da qui c’è l’activation zone che permette ai piloti di avere una maggiore potenza momentanea prima di arrivare in Viale della Civiltà del Lavoro per poi ritornare verso Cristoforo Colombo. In totale il giro è lungo 2.84 chilometri.

Formula 1 Gp Cina 2019, orari tv (diretta Sky e differita Tv8)

STRADE INTERESSATE - Per quanto riguarda la viabilità sarà ovviamente chiusa Via Cristoforo Colombo tra la Laurentina e Viale Oceano Atlantico, mentre in direzione del raccordo anulare ci saranno deviazioni su via Laurentina e sul viadotto della Magliana. Per quanto riguarda la direzione verso il centro, il traffico subirà variazioni su Viale Oceano Atlantico e Laurentina verso Ostiense con consiglio di passare su via Carlo Levi. Deviazione anche su via Tintoretto per quanto riguarda la Magliana all’altezza di via dell’Industria. Divieti in vigore su Viale Africa e Viale America.

Formula 1 2019, calendario gare. Date e orari tv di tutti i Gp

ORARI E APPUNTAMENTI - Il gran premio si correrà tutto oggi, prove comprese. Si parte alle 7.30 con la prima sessione di libere, poi alle 10 la seconda mentre le qualifiche saranno alle 12. Gara prevista alle 16. Diretta Eurosport e Italia 1.

Formula 1 2019, tutti i circuiti (e i loro segreti)