Fabio Aru
Fabio Aru

Almeria, 24 agosto 2021 – Non cambia idea Fabio Aru. Lo scalatore sardo ha deciso di ritirarsi al termine della Vuelta 2021 e, nonostante i discreti risultati dell’ultimo periodo, ha confermato la propria scelta. Si è visto un Aru in crescita tra Vuelta Burgos e Vuelta di Spagna dopo tre anni bui, ma non è stato sufficiente per farlo proseguire nell’attività agonistica. Aru ha ribadito l’idea di fermarsi a Cyclingnews.

Vuelta Spagna 2021, tappa 12: percorso, altimetria, favoriti e orari tv

Vuelta Spagna: Roglic show. Classifica generale, Aru perde 11 minuti

Non è una liberazione

Fabio Aru è quattordicesimo in classifica dopo il primo giorno di riposo della corsa, mostrandosi maggiormente competitivo in salita rispetto agli ultimi anni. Ma questo non significa proseguire a correre dopo aver preso la decisione di ritirarsi: “Ogni giorno che passa penso che la mia sia stata una scelta giusta – le sue parole – Alla Vuelta ho 21 tappe per vivere ogni giorno un’emozione diversa, fermarsi in una gara di un giorno sarebbe stato diverso. Liberazione? No, è solo la fine di un capitolo”.

Leggi anche

Ciclismo, van der Poel rinuncia ai Mondiali di mountain bike