Martina Carraro e Arianna Castiglioni (Lapresse)
Martina Carraro e Arianna Castiglioni (Lapresse)

Glasgow (Scozia), 7 dicembre 2019 - Ancora Italia agli Europei in vasca corta di Glasgow con un oro, due argenti e un bronzo. Doppietta azzurra nella finale dei 100 rana con Martina Carraro medaglia d'oro in 1'04"51 davanti ad Arianna Castiglioni, argento con 1'05"01. Terzo posto e medaglia di bronzo per la finlandese Jenna Laukkanen (1'05"12).

"Era la gara che volevo fare, non è uscito fuori un grandissimo tempo ma l'importante era vincere. Va bene così", è raggiante Martina Carraro dopo la vittoria nei 100 rana. "Avevo preso il bronzo questo inverno, l'oro è speciale. Ero molto agitata, inaspettatamente, oggi, però è andata bene. Già da ieri avevo fatto un pensiero all'oro, venivo qui da favorita e ho visto che le mie avversarie erano battibili. E ce l'ho fatta".  

Federica Pellegrini argento nei 200 stile libero (Lapresse)

Argento Pellegrini

Federica Pellegrini è medaglia d'argento nei 200 stile libero. La 'Divina' ha nuotato in 1'52"88, meglio di lei solo la britannica Freya Anderson, oro in 1'52"77. Ottava piazza per Margherita Panziera (1'55"49). 

"La Andeson non l'avevo proprio vista. Va benissimo così, non mi cambia la vita e non sono stata anche molto bene, ho vomitato prima della gara. Il tempo bene per adesso, peccato perché se l'avessi avuta vicina sarei riuscita a vederla ma a lei è andata meglio essere lì". Commenta così la Pellegrini il suo argento nei 200 stile libero. "Non si è nuotato un grandissimo 200 in media. Io sono contenta, quel decimo non mi cambia la vita. Stasera c'è la staffetta ma i 50 mi destabilizzano sempre un po'", ha aggiunto sorridendo l'azzurra. 

Fabio Scozzoli (Lapresse)

Scozzoli bronzo

Fabio Scozzoli centra la medaglia di bronzo nei 100 rana. L'azzurro ferma il cronometro a 56"55 nella finale. Vince l'olandese Arno Kamminga, oro in 56"06. Secondo il favorito della vigilia, il bielorusso Ilya Shymanovich (56"42). Bene Nicolò Martinenghi quinto in 56"70. 

"E' una medaglia di esperienza, lo sapevamo che eravamo tutti vicini e ce la saremmo giocata nel giro di pochi centesimi. Sono pienamente soddisfatto". Fabio Scozzoli ai microfoni di Rai Sport. "Sono contento, siamo affiatati e siamo un bel gruppo. Gareggiando insieme ci siamo stimolati negli ultimi anni (parlando della rivalità con  Nicolò Martinenghi, ndr). Credo sia una spinta per entrambi, speriamo di continuare così". 

Italia, altri risultati

Italia quinta nella staffetta mista 4x50 stile libero. Il quartetto azzurro, composto da Federico Bocchia, Alessandro Miressi, Silvia Di Pietro e Federica Pellegrini, ha segnato il tempo di 1'30"37. L'oro è andato alla Russia (1'28"31), l'argento alla Gran Bretagna (1'28"64) e il bronzo alla Francia (1'28"86).  

Silvia Scalia solo quarta nei 50 dorso. L'azzurra ha chiuso ai piedi del podio con il tempo di 26"22, beffata di sei centesimi dal bronzo della polacca Alicja Tchorz. L'oro è andato all'olandese Kira Toussaint in 25"84. 

Nei 200 misti donne la regina Katinka Hosszu si congferma imbattibile salendo per la 65a volta in carriera sul gradino più alto del podio. La magiara chiude con il tempo di 2'04"68, davanti alla svizzera Maria Ugulkova (2'06"59) e alla britannica Siobhan-Marie O'Connor (2'06"74). Quinto posto per Ilaria Cusinato (2'08"42).

Azzurri in gara

Bene Alessandro Miressi che accede alla finale dei 100 stile libero con il nuovo record italiano, 46"03, migliorando di 3 centesimi quello che apparteneva a Marco Orsi dal 2015. 

A sorpresa Thomas Ceccon conquista l'accesso alla finale dei 100 misti, chiudendo terzo nella seconda batteria, nuotando il 52"09. Male invece Marco Orsi, sesto di batteria e undicesimo in totale con 52"35.

Elena Di Liddo e Ilaria Bianchi conquistano l'accesso alla finale dei 100 farfalla. Nella seconda semifinale la Di Liddo si è imposta con 56"63, il miglior tempo. La Bianchi quinta nella stessa manche, si qualifica con l'ottavo ed ultimo tempo disponibile (57"37).