Benedetta Pilato
Benedetta Pilato

Budapest, 22 maggio 2021 - Record del mondo di Benedetta Pilato nei 50 rana donne. La nuotatrice tarantina, 16 anni, ha fermato il crono in 29"30 nelle semifinali agli Europei di nuoto a Budapest. Battuto il 29"40 della statunitense Lily King. In finale approda anche Arianna Castiglioni con il quinto crono di 30"44. Pilato la seconda italiana assieme a Federica Pellegrini a detenere attualmente un record del mondo. "Non so cosa dire, sono contentissima. Sentivo un sacco di tifo, era la mia prima semifinale ed è stato bello. Non pensavo di aver fatto un tempo così basso, non ho ancora realizzato", ha detto ai microfoni di RaiSport trattendendo a stento le lacrime.

Nella storia quello della Pilato è il dodicesimo record mondiale in vasca olimpica (50 metri) stabilito da un nuotatore italiano. Il primo fu quello di Novella Calligaris il 9 settembre 1973 ai Mondiali di Belgrado sugli 800 stile libero (8'52"97). Il secondo fu quello di Giorgio Lamberti il 15 agosto 1989 agli Europei di Bonn sui 200 stile libero (1'46"69), poi quelli firmati da Federica Pellegrini sui 200 (1'52"98, è ancora in vigore) e 400 stile libero.

Paltrinieri e Detti

Negli 800 stile libero, salgono sul podio sia Gregorio Paltrinieri, già d'argento nei 1.500, e Gabriele Detti, rispettivamente secondo e terzo dietro all'ucraino Mykhaylo Romanchuk. Il nuotatore di Carpi chiude in 7'43''62, mentre il connazionale in 7'46''10. "Ho provato in tutte le maniere a scappare ma non ce l'ho fatta - spiega Paltrinieri - Nell'ultimo 100 ho sparato tutto quello che avevo. Alla fine il tempo è buono ed è arrivata un'altra medaglia. Perdere non è mai bello, ma vado via soddisfatto". Soddisfatto anche Detti. "Ho dato il massimo che ho in questo momento - dice il livornese - Negli ultimi 100 metri ero cotto e temevo che il danese Christiansen (quarto, nda) accelerasse e mi raggiungesse. Per fortuna non è successo ed è arrivato un ottimo bronzo".

Martinenghi

Va a medaglia pure Nicolò Martinenghi, che nei 50 rana ferma il cronometro a 26"68 centrando il bronzo. Il classe '99 si arrende solamente al vincitore, il britannico Adam Peaty, e al bielorusso Ilya Shymanovich. "Sono contento, nonostante non abbia nuotato benissimo. Per me è molto importante che sia arrivato il primo podio individuale - sottolinea il primatista italiano - Ci ho creduto fino alla fine. Questo bronzo significa che sono arrivato qua non per fare una presenza superflua". 

Staffetta 4x100 stile mista

Soddisfazioni anche a fine giornata con la medaglia di bronzo per la staffetta azzurra 4x100 stile mista (Alessandro Miressi, Thomas Ceccon, Federica Pellegrini e Silvia Di Pietro). Il quartetto azzurro chiude con il tempo di 3'22"64. L'oro è andato alla Gran Bretagna, argento all'Olanda.