Dylan Groenewegen
Dylan Groenewegen

Roma, 27 aprile 2021 – Terminerà appena in tempo per il Giro d’Italia la squalifica di nove mesi di Dylan Groenewegen dopo la caduta nella volata nel Giro di Polonia 2020 dove Fabio Jakobsen ha quasi rischiato la vita. Lo sprinter sconterà fino al 7 maggio la squalifica, la corsa rosa parte l'8, e a differenza di quanto preventivato a inizio stagione Groenewegen non ripartirà dal Giro d’Ungheria, quindi con una partenza graduale, bensì subito dal Giro d’Italia. L’8 maggio il velocista sarà al via con la sua Jumbo Visma, ed è una sorpresa.

Al Giro a causa anche del virus

Il programma di Groenewegen prevedeva originariamente Ungheria e Giro di Norvegia, ma la pandemia ha reso alcune gare in dubbio così la Jumbo ha deciso di farlo gareggiare direttamente al Giro d’Italia al posto di Chris Harper, in modo tale da non avere dubbi sul chilometraggio stagionale del velocista. Lo ha affermato il direttore sportivo della Jumob Merijn Zeeman: “Dylan è un leader della squadra ma non ha corso per tanto tempo – si legge su Cyclingnews – Avevamo disegnato un programma sotto traccia e graduale, ma a causa del Covid il Giro di Norvegia è stato posticipato e bisognerà capire cosa succederà con altre gare in calendario. Così siamo andati sul sicuro e abbiamo scelto il Giro per farlo tornare in gara dopo nove mesi”.

Leggi anche - Caduta Giro di Polonia, l'Uci ferma Groenewegen per nove mesi