Bologna, 9 gennaio 2018 - Non si placa la vicenda doping in Russia, anzi, coloro che sono stati indicati colpevoli dal Cio contrattaccano. E' il caso dell'ex vicepremier russo Vitaly Mutko che ha presentato ricorso contro il bando olimpico imposto dal Cio dopo la nota vicenda doping di stato.

Mutko è coinvolto nello scandalo doping di stato durante i Giochi di Sochi 2014 e dalle risultanze dei vari rapporti è emerso come fosse a conoscenza della manipolazione delle regole del sistema antidoping russo. Da qui la squalifica a vita dalle Olimpiadi. Mutko però ha presentato ricorso al Tas di Losanna.