Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
16 mar 2022

Sci, Kriechmayr vince a Courchevel. A Odermatt la Coppa del mondo

L'austriaco si impone nell'ultima discesa stagionale, a Kilde la coppa di specialità, davanti a Odermatt, vincitore della generale, e a Feuz

16 mar 2022
manuel minguzzi
Sport
Vincent Kriechmayr
Vincent Kriechmayr
Vincent Kriechmayr
Vincent Kriechmayr

Couchevel, 16 marzo 2022 - E' di Vincent Kriechmayr l'ultima discesa libera della stagione di sci alpino. L'austriaco ha domato la nuova pista Eclypse di Courchevel battendo Marco Odermatt e Beat Feuz grazie ad una prova scorrevole e tecnica, con una grande interpretazione delle linee. Grande battaglia per la coppa di specialità ma alla fine Aamodt Kilde, con il quarto posto, trionfa di una manciata di punti su Feuz. Paris solo settimo a oltre un secondo. Odermatt vince la Coppa del mondo generale.

Kriechmayr un fulmine, Kilde se la cava


La discesa ha vissuto il duello tra Feuz e Kilde per la coppa di specialità. Lo svizzero è stato a lungo in testa con Kilde secondo, gli sarebbe servito il primo posto con il norvegese terzo o peggio, ma alla fine sono sbucati prima Odermatt e poi Kriechmayr a rovinare la festa. L'austriaco si è imposto in 1'50"43 con 34 centesimi su Odermatt e 54 su Feuz. Quest'ultimo, in una discesa quasi perfetta, ha pagato a caro prezzo un errore nella parte finale su un curvone delicato verso destra, lì ha perso il mezzo secondo fatale per la coppa di specialità, vinta da Kilde a cui è bastato il quarto posto a 85 centesimi. Per il norvegese 420 punti, Feuz si ferma a 607 con Paris terzo a 522. Il secondo posto di Odermatt, invece, consegna la coppa del mondo generale con tre gare di anticipo. Lo svizzero si candida a essere dominatore nei prossimi anni avendo la capacità di andare forte in tre discipline su quattro, di fatto gli manca solo lo slalom speciale. Giornata non esaltante per gli italiani, Paris ha portato a termine una buona prima parte di gara ma è andato in difficoltà nella seconda metà più vicina a un supergigante che a una discesa, alla fine è sesto a 1"54. Male Innerhofer, fuori dai venti con oltre 3 secondi di ritardo, Marsaglia ha invece chiuso con un onorevole undicesimo posto.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?