Mo Farah (Ansa)
Mo Farah (Ansa)

Bruxelles, 4 settembre 2020 -  Nella serata della Diamond League al 'Memorial Van Damme' di Bruxelles hanno brillato le stelle più attese, e sono arrivati due record del mondo. Doppio primato dell'ora: l'olandese Sifan Hassan nello stadio 'Re Baldovino' ha stabilito la miglior prestazione mondiale dell'ora di corsa percorrendo 18,930 chilometri. La 27enne di origini etiopi, campionessa del mondo in carica dei 1500 e 10.000 metri, ha migliorato di oltre 400 metri il precedente limite che da 12 anni apparteneva all'etiope Dire Tune (18,517 km/12 giugno 2008 a Ostava). 

Nella stessa serata si è visto Mo Farah entrare sempre più nella leggenda: il 37enne fondista britannico, due volte campione olimpico e tre volte iridato sia sui 5000 che sui 10000 metri, ha stabilito il nuovo record mondiale dell'ora in 21,330 km, migliorando il precedente primato (21,285 km) che Haile Gebrselassie aveva fatto segnare a Ostrava nel 2007.

Serata positiva per gli azzurri. Fausto Desalu vince sui 200 metri in 20"39 per il primo successo di uno sprinter italiano nel massimo circuito internazionale. "Bella gara, ho finito col botto una stagione anomala - ha commentato il 26enne velocista delle Fiamme Gialle - Non ero nelle condizioni ottimali perché venerdì, sabato e domenica ho avuto la febbre. Poi ho fatto il tampone che è risultato negativo, però un po' di tensione e di ansia c'era. E' la mia prima vittoria in Diamond League e spero di ottenerne altre in futuro". Nell'asta primato stagionale di Claudio Stecchi con 5,60, poi eliminato a 5,70 (quarto). Sui 100 metri donne terza Irene Siragusa in 11"57 (0.2) e settima Vittoria Fontana in 11"74. Sui 400 ottima in 52"85 Alice Mangione. Quinta anche Eleonora Vandi sui 1000 metri in 2'38"48.