Damiano Cunego
Damiano Cunego

Bologna, 13 settembre 2021 – Si è allontanato dal ciclismo Damiano Cunego, vincitore del Giro d’Italia 2004 al terzo anno di professionismo. Il veronese si è rimesso a studiare essendosi iscritto alla facoltà di Scienze Motorie, una materia che lo ha sempre appassionato. Ma riaffiorano i ricordi di una lunga carriera, fatta non solo della vittoria al Giro ma anche di tre Lombardia e di una Amstel, e il rammarico di un mondiale chiuso al secondo posto dietro Ballan.

Più rammarico che gioia


Proprio di questo ha parlato Cunego in una intervista ad Oasport: “Mondiale 2008? Prevale il rammarico alla gioia – le sue parole – Ma ho resettato subito quel secondo posto vincendo la domenica dopo il Lombardia. Cosa faccio ora? Ho concluso il secondo anno di Scienze Motorie, vado in bici, guardo le corse in tv. Insomma sono sempre impegnato”. Ma che voto darebbe Cunego alla sua carriera? Sentite: “Dopo il Giro 2004 tutti si aspettavano che ne vincessi altri, ma non è scontato e sono umano. Mi darei un nove, ho vinto tanto e dato tutto, sono contento così”.

Leggi anche - Europei ciclismo, trionfo di Colbrelli