Il presidente Fin, Paolo Barelli
Il presidente Fin, Paolo Barelli

Roma, 25 aprile 2020 - Non c'è solo il calcio. Tutti gli sport stanno risentendo del lockdown e della conseguente crisi economica, vale anche per il nuoto con le tante società di base, il comparto della pallanuoto e le scuole di nuoto. A sostegno del loro lavoro, e della loro sopravvivenza, è intervenuta la Federazione Italiana Nuoto con una manovra annunciata da 4 milioni di euro.

Si punta alla riduzione dei costi, la Fin ha infatti stabilito per la stagione 2020/2021 l'azzeramento dei costi di affiliazione e del tesseramento degli atleti, oltre che delle licenze per le scuole nuoto federali e dell'iscrizione ai campionati di nuoto nazionali e regionali. Inoltre, è stata stabilita la riduzione del 20% dei costi delle collaborazione tecnico-sportive in essere e l'introduzione di strumenti utili al sostegno del reddito per i dipendenti.