Il presidente del Coni, Giovanni Malagò
Il presidente del Coni, Giovanni Malagò

Roma, 23 aprile 2020 – Il mondo dello sport si interroga sul futuro. Gli sport di squadra hanno quasi tutti deciso di chiudere definitivamente la stagione 2020, prima di tutti il basket, mentre il calcio ancora valuta una possibile riapertura. Poi ci sono gli sport individuali, con ciclisti, nuotatori e atleti che chiedono a gran voce di poter riprendere gli allenamenti. Su questo si è espresso il presidente del Coni Giovanni Malagò.

“Non possiamo generalizzare tutto tra sport individuali e collettivi – ha affermato a Tgcom, come riporta Ansa – Credo sia un discorso più profondo e chirurgico e va affrontato con profonda conoscenza della materia. Evidenzio però un fatto, ovvero che tutti gli sport hanno preso decisioni diverse rispetto al mondo del calcio”. Proprio sulla ripresa della Serie A, Malagò è ancora più esplicito: “Credo serva un piano B – il consiglio del presidente del Coni – Meglio avere anche la certezza di un piano alternativo piuttosto che scommettere tutto sulla riapertura di un campionato che oggi non è certo possa finire. Nessuno può dare garanzie in questa fase”.