Peter Sagan
Peter Sagan

Bologna, 1 agosto 2020 – Debutto in carriera per Peter Sagan al Giro d’Italia. Lo slovacco sarà grande protagonista della corsa rosa a ottobre, rinunciando così alle Classiche del nord che si disputeranno in contemporanea. Il velocista slovacco aveva dato la sua adesione diversi mesi fa, poi il Covid ha portato l’Uci a stravolgere i calendari ma non Sagan a cambiare i programmi: in Sicilia ci sarà anche lui.

“Prima di finire la carriera volevo partecipare al Giro d’Italia – ha affermato al Giro Day – Non vedo l’ora di tornare a correre perché abbiamo aspettato a lungo, mi piace sempre correre in Italia dove mi allenavo con la Liquigas, poi il Giro parte dalla Sicilia dove ho effettuato un ritiro con la Tinkoff”. La sua programmazione cozza con le corse che lui preferisce, ovvero le Classiche. Quest’anno niente Fiandre e Roubaix, ma Sagan guarda avanti: “Non si può avere tutto dalla vita – ha proseguito – Non mi pesa non essere alle Classiche, a volte bisogna prendere delle decisioni e io spero solo si possa fare il maggior numero di gare possibile”. Tra le corse di un giorno, però, c’è a disposizione la Sanremo che lui non ha mai vinto: “Mi piace, è una gara particolare e anche se non ho mai tagliato il traguardo per primo sono riuscito a dare spettacolo. Sarà una stagione corta e intensa, dovrà arrivare pronto per Tour e Giro e quindi partire con una condizione in crescendo”.