Julian Alaphilippe
Julian Alaphilippe

Bologna, 21 novembre 2021 – Dal 1985 un francese non vince il Tour de France. Bernard Hinault è stato l’ultimo transalpino ha conquistare la maglia gialla a Parigi, in un’epoca d’oro per i galletti con 9 successi in dieci anni grazie anche a Fignon e Tevenet. Oggi in tanti sperano che questa maledizione possa essere interrotta da Julian Alaphilippe, ma il campione del mondo ha caratteristiche diverse, meno adatte alle tre settimane, soprattutto sulle lunghe salite, e più da scattista, ovvero adattissime alle Classiche del nord.

Alaphilippe: “Sarebbe apoteosi”


Alaphilippe ha parlato della maledizione francese al Tour a Ouest France, di fatto comprendendo l’importanza di un tale successo ma anche la difficoltà nel raggiungerlo per uno come lui: “In tanti vorrebbero vedere un francese vincere il Tour, e io sono tra questi – le sue parole – Se avessi questo obiettivo e se lo raggiungessi sarebbe l’apoteosi, ma ho anche altri target da raggiungere e non posso essere al massimo della forma ovunque. La mia idea è puntare sulle Classiche ed essere competitivo al Tour ma non per la classifica generale”.

Leggi anche - Alaphilippe salterà il Fiandre, tutto sulle Ardenne