Dorothea Wierer
Dorothea Wierer

Oslo, 24 marzo 2019 - Dorothea Wierer entra di fatto nella storia degli sport invernali. L'azzurra ha vinto oggi la Coppa del Mondo 2019 generale di biathlon al termine dell'ultima prova stagionale, la mass start (con 4 poligoni, 2 a terra e 2 in piedi), che l'ha vista terminare in dodicesima posizione, sufficiente a battere la rivale Kuzmina oggi decima.

La slovacca avrebbe dovuto vincere con Wierer fuori dalle 16, ma già dal primo poligono la strada è apparsa in discesa con i due errori di Kuzmina che l'hanno costretta a inseguire. Poi anche Wierer è incappata in una giornata difficile al tiro con 5 errori, ma la rimonta di Kuzmina non ha portato alla vittoria. Avvio complicato anche per Vittozzi, tre errori alla prima sessione, e un recupero che l'ha portata all'undicesimo posto che significa doppietta italiana in coppa. La gara è stata vinta dalla svedese Oeberg davanti a Ekhoff e Egan, ma la festa è di Wierer che entra in un club ristretto di 4 atleti italiani capaci di vincere sia la Coppa del Mondo che i Mondiali nello stesso anno. Si parla di Gustav Thoeni nello sci alpino e di Gerda Weissensteiner e Armin Zoeggeler nello slittino. La Coppa del Mondo di biathlon è dell'Italia, la storia è stata fatta e riscritta.

Felicissima la Wierer: "Quando ero bambina, non potevo immaginare che un giorno avrei vinto la Coppa del mondo. Sono molta orgogliosa di quello che ho fatto e sono orgogliosa anche di far parte di una Nazionale così forte. Siamo pochi atleti in Italia, ma abbiamo grande passione e diamo sempre tutto". L'atleta di Anterselva ha aggiunto: "In questa stagione sono stata molto continua, e questa è stata la mia forza".