Daniele Bennati
Daniele Bennati

Roma, 9 novembre 2021 – Toccherà a Daniele Daniele Bennati portare a termine la missione che Davide Cassani non è riuscito completare. La vittoria iridata manca all’Italia da Alessandro Ballan nel 2008 e il neo commissario tecnico si è posto l’obiettivo più difficile e prestigioso: vincere il Mondiale. Bennati è ambizioso ma ben consapevole delle dinamiche di una squadra ciclistica, lui che in gruppo spesso era il regista occulto.

Moscon può vincere il Mondiale

Tutto ruota attorno alla prova in linea iridata. Sarà la prima missione di Bennati commissario tecnico e ovviamente lui non si tira indietro: “Ci manca il Mondiale dal 2008, non ho la bacchetta magica ma cercherò di riportarlo in Italia – le sue parole a Oasport – Fare il commissario tecnico è sempre stata una mia ambizione ed è tutto nato un mese e mezzo fa. Conosco le responsabilità ma sono entusiasta”. Italia che presenta una buona batteria di corridori da corse di un giorno, quindi adatti al Mondiale, mentre per le corse a tappe c’è ancora un vuoto generazionale dopo Nibali: “C’è ottimo materiale come abbiamo visto nel 2021 e penso anche a Moscon che può vincere un Mondiale e il cambio di squadra gli darà nuovi stimoli. A chi mi ispiro? Ballerini mi voleva bene, eravamo amici, dico lui. Cassani? Ci siamo confrontati e se sono qui un ringraziamento va anche lui. Spero riesca a portare avanti l’idea di avere una squadra italiana di World Tour”.

Leggi anche - Giro d'Italia 2022, svelate le tappe per velocisti