Marcell Jacobs
Marcell Jacobs

Bologna, 9 luglio 2020 – Sono due gli sprinter italiani che possono valere tempi sotto i dieci secondi nei 100 metri. Filippo Tortu c’è già riuscito ed è record man italiano della distanza, Marcell Jacobs invece punta ad arrivarci quest’anno per poi presentarsi pronto alle Olimpiadi di Tokyo del 2021. Sarà una stagione anomala per l’atletica con l’assenza di eventi importanti e tutti gli atleti lavoreranno in ottica 2021.

Lo sprinter nato a El Paso, poi trasferitosi in Italia da piccolino, debutterà sabato a Rieti sui 100 con semifinale e finale, poi il 16 luglio ci sarà il grande duello con Tortu a Savona. Jacobs, ospite di Atletica Tv, ha parlato della sua prima gara stagionale: “Correrò due volte e ho preferito due gare in un’ora circa per scaldare subito il motore – ha affermato – La stagione è anomala, non ci sono grandi eventi e per me è stato un vantaggio lo spostamento dei Giochi. Posso lavorare su alcuni aspetti tecnici della mia corsa”. Jacobs cerca ovviamente di abbattere il muro dei dieci secondi: “Ho fatto un sondaggio su Instagram con i fan su quale sarà il mio tempo sabato, tanti hanno già detto che andrò sotto i dieci secondi ma credo che ci vorrà tempo. Ci vuole calma anche se penso di valere un tempo sotto quel muro”. C’è però grande attesa per il 16 luglio quando a Savona Jacobs e Tortu si sfideranno in pista: “Voglio batterlo, tra noi c’è una sana concorrenza che è stimolante per entrambi e ci spinge a portarci sempre più in là. Questo fa bene a noi e a tutto il movimento”.