Le staffette 4x400 (foto Fidal)
Le staffette 4x400 (foto Fidal)

Tallinn, 19 luglio 2021 - Seppur senza medaglie d'oro, il sesto posto finale nel medagliere Europeo per l'Italia Under 20 di atletica può essere visto come un buon risultato. Otto medaglie totali, meno solo delle edizioni 1991, 2015 e 2017, con due argenti e sei bronzi a sancire l'inizio di un nuovo ciclo dopo la pandemia. Il gruppo è totalmente nuovo ed è stato costruito in poco tempo. Gli argenti sono stati vinti dalla 4x400 maschile da Lorenzo Benati nei 400 metri, mentre i bronzi sono di Matteo Meluzzo nei 100, Federico Guglielmi (200), Lorenzo Simonelli (110 ostacoli), Cesare Caiani (3000 siepi), 4x100 maschile (Angelo Ulisse, Filippo Cappelletti, Federico Guglielmi, Matteo Melluzzo), 4x400 femminile (Alessandra Iezzi, Federica Pansini, Angelica Ghergo, Alexandra Almici).

Andreozzi: "Nuovo ciclo"

Soddisfatto il vice direttore tecnico Antonio Andreozzi: "Per questa categoria è appena cominciato il ricambio generazionale dopo un periodo fortemente condizionato dalla pandemia - l'analisi di Andreozzi - In tanti erano alla prima esperienza, perché l’ultima Nazionale under 20 risaliva al febbraio della passata stagione. L’ultimo raduno giovanile è ancora precedente: in gennaio, un anno e mezzo fa, mentre soltanto le staffette 4x100 si sono ritrovate per alcuni giorni a Formia, poco prima della partenza per gli Europei".

Leggi anche - Europei 2024, salta il Consiglio Federale, Mei: "Sono preoccupato"