Antonio La Torre
Antonio La Torre

Bologna, 6 luglio 2021 – La delegazione più numerosa della storia dell’atletica italiana si appresta a vivere una Olimpiade di Tokyo da protagonista. Archiviata la delusione per l’infortunio di Larissa Iapichino, l’Italia guarda con interesse ad un movimento in crescita e con risultati importanti: i big azzurri sapranno farsi valere. Il capitano è Gimbo Tamberi, ma ci sono le staffette e un Jacobs in grande forma. Il pensiero del Dt La Torre.

Jacobs farà a spallate

Essere arrivati a Tokyo non deve valere come punto di arrivo, bensì di partenza. La Torre parte da qui: “Dico ai ragazzi di fare un passo avanti rispetto a quanto fatto finora – le parole del direttore ai canali federali – Non andremo a fare shopping a Tokyo e ognuno andrà con la consapevolezza di aver meritato la convocazione”. Occhi su Tamberi e Jacobs, ma ci sono tante frecce nell’arco: “Gimbo è il leader, Marcell farà a spallate con gli americani e non dobbiamo dimenticare Tortu. Poi le staffette, con la 4x100 che ha grandi potenzialità, Fabbri nei lanci, Crippa nel mezzo fondo, la marcia. C’è un ottimo potenziale”.

Leggi anche - Jacobs vince in Polonia: "Buone sensazioni"