Atletica, ipotesi 800 metri interamente in corsia
Atletica, ipotesi 800 metri interamente in corsia

Bologna, 4 giugno 2020 - L'atletica mondiale si adegua al coronavirus e al distanziamento sociale. World Athletics, il massimo organismo mondiale, ha accolto positivamente alcune idee lanciate dalla Fidal in particolar modo sugli 800 metri piani. L'ipotesi, nel rispetto delle norme di distanziamento per fronteggiare il Covid-19, sarebbe quella di correre gli 800 metri interamente in corsia oppure a cronometro con partenze sfalsate degli atleti.

“Abbiamo registrato un’apertura su tutte le proposte della FIDAL - afferma Fiduciario Nazionale GGG Luca Verrascina ai canali Federali - e da World Athletics abbiamo trovato ampia disponibilità e consenso verso modalità di svolgimento che possano riportare presto gli atleti in pista o in pedana. Esperimenti, certo, che vanno presi come tali e che sono legati al particolare periodo che tutta l’atletica mondiale sta vivendo. Per quanto riguarda gli 800 c’è stata una valutazione positiva su entrambi i fronti: quello della gara totalmente in corsia e quello a cronometro con gli atleti che partono in momenti diversi". Apertura anche verso le gare virtuali di lanci con più pedane in contemporanea: i risultati saranno validi qualora siano rispettate alcune condizioni specifiche, come la presenza di un arbitro centrale che monitora l’intera gara, due giudici per ogni campo e la copertura video della pedana.