Luna Rossa
Luna Rossa

Bologna, 18 marzo 2021 – Si gode il quarto successo in America’s Cup Emirates Team New Zealand dopo il 7-3 su Luna Rossa, ma è già tempo di pensare alla prossima edizione. Trapelano già le prime indiscrezioni su quello che sarà il futuro della coppa più antica del mondo. Luna Rossa, ad esempio, non sarà più challenge of record e lo scettro dovrebbe passare nelle mani di Ben Ainslie e Team Uk, i quali potranno dunque stabilire parte delle regole assieme al defender.

Le barche e la tecnologia dovrebbero restare quelle attuali, quindi gli Ac 75, con diversi sindacati che potrebbero richiedere i progetti ai quattro partecipanti dell’ultima edizione. Per quanto riguarda data e luogo si susseguono i rumors. Si parla di un ritorno ad Auckland nel 2023 con una edizione classica, cioè con gli sfidanti a contendersi il ruolo di challenge esattamente come fatto da Luna Rossa, ma si vocifera anche di una idea inglese di gareggiare già il prossimo anno sull’isola di Wight in una sfida diretta tra Uk e New Zealand, tagliando fuori tutti gli altri competitors. Ovviamente Patrizio Bertelli non è d’accordo. Un’altra soluzione sarebbe un format classico ma con sede in Medio Oriente per incassare maggior denaro da diritti tv e sponsor.

Leggi anche - Luna Rossa spreca quattro minuti di vantaggio nell'ottava regata