Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
7 mag 2022

Alcaraz prende lo scettro di re Rafa

Al 19enne spagnolo il derby generazionale a Madrid: Carlos punta già la vetta Atp e oggi sfida Djokovic

7 mag 2022
Carlos Alcaraz ha appena compiuto 19 anni: è già il numero 9 del mondo
Carlos Alcaraz ha appena compiuto 19 anni: è già il numero 9 del mondo
Carlos Alcaraz ha appena compiuto 19 anni: è già il numero 9 del mondo
Carlos Alcaraz ha appena compiuto 19 anni: è già il numero 9 del mondo
Carlos Alcaraz ha appena compiuto 19 anni: è già il numero 9 del mondo
Carlos Alcaraz ha appena compiuto 19 anni: è già il numero 9 del mondo

Rafael Nadal magari non era ieri quello delle imprese impossibili e delle lotte gladiatorie, dopo uno stop di un mese e mezzo, d’accordo. Ma la vittoria di Carlos Alcaraz contro il campionissimo maiorchino, che ha 17 anni più di lui, ha molto del passaggio di consegne, o anche della detronizzazione, se si vuole essere più brutali. Perché poi anche il giovanissimo murciano ha avuto i suoi problemi, ieri, nello scontro generazionale dei quarti di finale dell’Atp 1000 di Madrid: nel secondo set, dopo essersi aggiudicato il primo 6-2 facendo alzare in piedi più volte il pubblico della Caja Magica, è scivolato procurandosi una distorsione alla caviglia e cadendo pure di peso sul pollice della mano destra. Il secondo parziale (interrotto anche per un malore a una spettatrice, poi risoltosi positivamente) è poi scivolato via nel segno di Rafa, che se l’è aggiudicato per 6-1 illudendo sul fatto di aver cambiato marcia andadosi a prendere l’ennesima vittoria e respingendo il ’campioncino’. Niente di più falso. Carlitos come il più consumato dei fuoriclasse è risalito in cattedra e non ha dato scampo a Nadal, breakandolo due volte nel terzo e ultimo parziale per un 6-3 perentorio. Davvero fenomenale Alcaraz, classe 2003 e già Top 10 al mondo. La combinazione del suo estro e della sua consistenza fisica promettono di issarlo sul trono del tennis, se come prevedibile lo stesso Rafael e Djokovic (oggi avversario in semifinale di Carlos, se ne vedranno ancora delle belle) non dureranno ancora a lungo lassù, e se Medvedev non troverà una certa continuità. Il nuovo campione non perde occasione per mostrare una solidità mentale impressionante. Una qualità che supera persino la tecnica sopraffina che gli consente di trovare soluzioni di ogni tipo in qualsiasi fase del match. Da stropicciarsi gli occhi alcuni dritti che hanno impietrito ieri Nadal.

Nell’altra semifinale, si affronteranno i vincenti di Rublev-Tsitsipas e Augier Aliassime-Zverev, andate in scena in serata.

Brutte notizie per l’Italia in vista degli Internazionali di Roma al via già oggi con le qualificazioni. Non solo non ci sarà Matteo Berrettini ancora fermo ai box dopo l’operazione alla mano, ma anche Lorenzo Musetti ha dato forfait dopo il problema muscolare alla coscia patito proprio contro Zverev a Madrid. Lollo spera di recuperare per Parigi. Buona notizia invece che Sinner eviti Nadal e Djokovic nella parte bassa del tabellone.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?