La denuncia degli abusi sessuali subiti da alcune calciatrici americane ha convinto la Fifa ad indagare sul caso di Paul Riley, allenatore del North Carolina Courage, squadra che milita nella NWSL, licenziato dopo essere stato accusato di molestie da alcune calciatrici. La vicenda, nata da un’inchiesta di ‘The Athletic’ che ha sentito una dozzina di giocatrici allenate da Riley dal 2010, ha portato anche alle dimissioni della commissioner del campionato americano Lisa Baird e al rinvio di tutte le partite in programma nel weekend. L’associazione delle giocatrici della NWSL ha chiesto un’indagine, atlete famose come Alex Morgan e Megan Rapinoe hanno chiesto cambiamenti in tutta la lega. La Fifa ieri ha annunciato l’apertura ufficiale di un’inchiesta "alla luce della gravità e della serietà delle accuse. La posizione della Fifa è chiara: chiunque sia ritenuto colpevole di cattiva condotta e abusi nel calcio deve essere assicurato alla giustizia, sanzionato e rimosso da questo sport".