Stesso spartito, diverso il maestro: la volata che chiude anche la seconda tappa della Parigi-Nizza è dell’olandese Cees Bol, 25 anni, al quarto successo in tre stagioni da pro, il più prestigioso. Sul traguardo di Amilly, Bol sfrutta il lavoro dei compagni dell’ex iridato Pedersen, poi lo salta con grande autorità. Terzo posto per l’australiano Michael Matthews, che grazie al gioco degli abbuoni raccolti strada facendo e all’arrivo sfila la maglia di leader a Bennett, quinto alle spalle di Coquard. Lontani gli italiani: il migliore è il campione europeo Nizzolo, ventunesimo. Molte le cadute, fra i coinvolti anche Kristoff. Oggi la crono di Gien, 14,4 chilometri destinati a cambiare la classifica. Domani scatta da Lido di Camaiore un’edizione stellare della Tirreno-Adriatico: con Van der Poel, Van Aert, Alaphilippe, Nibali, Bernal, Pogacar c’è anche Sagan, al debutto stagionale dopo esser stato contagiato dal covid.