{{IMG_SX}}Roma, 21 ottobre 2007 - Il Milan crolla, la Fiorentina scavalca la Roma e sale al secondo posto dietro l'Inter aspettando la Juve, vittoria esterna della Lazio. Dopo lo spettacolare pari tra Roma e Napoli e il successo dell'Inter, l'ottava giornata di serie A continua a regalare fuochi d'artificio. La grande sorpresa arriva da San Siro, dove il Milan non solo non riesce più a vincere ma incassa una sconfitta che peserà; di Saudati al 10' della ripresa il gol vittoria. Male la formazione di Ancelotti che, priva di Kakà, ha fatto un netto passo indietro rispetto all'ottima prova contro la Lazio. Nelson Dida si scusa all'inizio della partita, molti suoi compagni avrebbero dovuto fare altrettanto alla fine: esce dal campo tra un mare di fischi il Milan battuto dall'Empoli.

 

La seconda forza del campionato, in attesa del posticipo serale tra Juventus e Genoa, è così la Fiorentina che, ancora imbattuta, fa suo il derby toscano contro il Siena rifilando agli avversari un secco 3-0 a firma Pazzini, Mutu e Vieri. Al quinto posto, invece, il Genoa si vede agganciare da Udinese e Palermo, che nello scontro diretto al «Friuli» finiscono sull'1-1: di Amauri nel primo tempo e Asamoah nella ripresa le reti che fissano il risultato.

 

Rialza la testa la Sampdoria, che si lascia alle spalle il ko contro il Torino travolgendo il Parma di Di Carlo: apre le marcature Montella con la deviazione complice di Dessena mentre nella ripresa si scatena Bellucci che con una doppietta sale a quota 4 nella classifica marcatori e infligge il secondo 3-0 di fila alla formazione emiliana. I blucerchiati si trovano ora a 11 punti assieme al Napoli e all'Atalanta, ancora una volta sprecona tra le mura di casa. Dopo lo 0-0 contro l'Udinese con il rigore fallito da Zampagna, i nerazzurri si fanno rimontare da 2-0 a 2-2 contro il Torino. La rete a fine primo tempo di Ferreira Pinto e il raddoppio a metà ripresa di Doni su rigore sembravano aver chiuso ogni discorso, anche perchè i granata rimangono in dieci per il secondo giallo di Natali. Ma prima un guizzo di Ventola alla mezz'ora e poi il sigillo di Motta a pochi minuti dal termine riequilibrano l'incontro permettendo al Torino di tornare a casa con un punto.

 

Sorride la Lazio, che ringrazia Pandev autore, nel recupero del primo tempo, del gol vittoria sul campo del Livorno. I biancocelesti, che a metà ripresa rimangono in dieci per l'espulsione di Firmani, rovinano così l'esordio di Camolese sulla panchina dei toscani, ancora soli in fondo alla classifica con soli 2 punti. Finisce in parità la sfida del Sant'Elia tra Cagliari e Catania: in vantaggio i rossazzurri all'11' con Terlizzi, pari sardo firmato da Matri a inizio secondo tempo.

 

I risultati degli incontri dell'ottava giornata di Serie A:

 

Atalanta-Torino 2-2 (45'+1' Ferreira Pinto/A, 67' rig. Doni/A, 75' Ventola/T, 87' Motta/A);

Cagliari-Catania 1-1 (11' Terlizzi/Ct, 46' Matri/Ca);

Fiorentina-Siena 3-0 (15' Pazzini/F, 31' Mutu/F, 71' Vieri/F);

Milan-Empoli 0-1 (55' Saudati/E);

Livorno-Lazio 0-1 (45'+4' Pandev/La);

Sampdoria-Parma 3-0 (25' Montella/S, 46' e 59' Bellucci/S);

Udinese-Palermo 1-1 (17' Amauri/P, 65' Asamoah/U);

Juventus-Genoa (ore 20.30);

 

Giocate ieri:

 

Reggina-Inter 0-1 (18' Adriano/I);

Roma-Napoli (2' Lavezzi/N, 30' Totti/R, 41' Perrotta/R, 46' Hamsyk/N, 52' De Rossi, 64' Gargano/N, 80' Pizarro/R, 84' Zalayeta/N).

 

La classifica della Serie A dopo le gare pomeridiane dell'ottava giornata:

 

20 punti (8) Inter;

16 (8) Fiorentina;

15 (8) Roma;

14 (7) Juventus;

12 (7) Genoa;

12 (8) Udinese;

12 (8) Palermo;

11 (8) Napoli;

11 (8) Sampdoria;

11 (8) Atalanta;

10 (8) Milan;

10 (8) Lazio;

10 (8) Catania;

8 (8) Cagliari;

8 (8) Empoli;

8 (8) Torino;

6 (8) Parma;

6 (8) Siena;

4 (8) Reggina;

2 (8) Livorno.