3 set 2015

Venezia, applausi per 'Spotlight'. Il Watergate sui preti pedofili

Uno dei protagonisti, Mark Ruffalo: "Non vedo l'ora di incontrare il Papa a New York". E riguardo al film: "Spero che il Vaticano tenti di riparare a quello che è successo"

featured image
Leonardo Dcaprio e Mark Ruffalo ospiti al 'SOLUTI (Olycom)

Venezia, 3 settembre 2015 - Entra nel vivo la 72esima mostra del cinema di Venezia, anche se uno dei film più attesi è fuori concorso. Si tratta di 'Spotlight', film che commuove e convince, a giudicare dagli applausi a scena aperta alle proiezioni dedicate alla stampa.
Spotlight mette sotto i riflettori l'inchiesta del Boston Globe che portò alla luce lo scandalo della pedofilia tra i preti della città e la copertura della Chiesa: uscirono 600 articoli per raccontare oltre 1000 violenze ai bambini. E a farlo fu un pool - Spotlight appunto - di giornalisti come si deve. Il film,  regia di Tom McCarthy, vanta un cast di tutto rispetto in cui spiccano Michael Keaton, Mark Ruffalo e Stanley Tucci. Di certo farà discutere anche in Italia: al centro c'è la figura dell'arcivescovo Bernard Law, che mise tutto a tacere e che, come ricorda l'ultima scena del film, è arciprete emerito della Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma. 

SCHEDA - Tutti i film in concorso a Venezia

RUFFALO: VEDRO' PAPA FRANCESCO - "Non vedo l`ora di vedere il Papa a New York. Il fatto che siamo stati invitati qui a Venezia è davvero significativo, come pure lo è il fatto che avvenga in questo momento con Papa Francesco che sulla questione pedofilia ha fatto scelte importanti e decisive", dice Mark Ruffalo al telegiornale di Tv2000.
"Spero che il Vaticano - ha aggiunto l'attore - prenda davvero l`iniziativa di tentare di riparare a quello che è successo, e non mi riferisco a compensazioni monetarie per le vittime ma a tutte le persone che credono nella Chiesa la cui fede è stata offesa, intaccata, colpita da queste vicende. Quello che è successo ai bambini è terribile ma il fatto che questo abbia diminuito la credibilità della Chiesa come istituzione è altrettanto terribile. Bisogna recuperare e curare questi bambini feriti che ora sono adulti. Ma è necessario anche rassicurare le coscienze di chi crede e continua ad avere fiducia nella Chiesa". 

OMAGGIO A MONICELLI -  Non solo star, glamour e anteprime. La Mostra del cinema di Venezia rende omaggio anche ai grandi maestri: nel centenario della nascita di Mario Monicelli, la Cineteca Nazionale porta al festival in prima mondiale, nella sezione "Venezia Classici", il restauro di "Vogliamo i colonnelli", uno dei film meno conosciuti del grande regista.

Il presidente Mattarella 'pittore' alla Biennale di Venezia (Ansa)MATTARELLA ALLA BIENNALE - Intanto il presidente Sergio Mattarella, che ieri sera ha partecipato al Lido all'inaugurazione della Mostra, stamani ha visitato l'Esposizione d'arte della Biennale. Mattarella è giunto in motoscafo all'Arsenale, prima tappa della visita che poi si concluderà ai Giardini.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?