Sean Connery nei panni di 007 sul set di "Licenza di uccidere", film del 1962
Sean Connery nei panni di 007 sul set di "Licenza di uccidere", film del 1962

Roma, 31 ottobre 2020 - "Una persona semplice e molto alla mano. Non mi corteggiò mai, ma diventammo amici per sempre". A poche ore dalla notizia della morte di Sean Connery, Gina Lollobrigida tratteggia il ritratto dell'attore scozzese, suo compagno di set ne 'La donna di Paglia'. La morte di Connery ha avuto ampia risonanza nel mondo della cultura e dello spettacolo. "Ha definito un'epoca e uno stile, lo spirito e lo charme che ha portato sullo schermo possono essere misurati in megawatt'", commenta Daniel Craig tra coloro che hanno raccolto sullo schermo il testimone di James Bond. "Nello stesso anno ho perso Sean Connery/James Bond e Honor Blackman/Pussy Galore. Da solo lui è leggenda, in coppia, in Goldfinger, hanno rivoluzionato il vetusto duetto uomo/donna. 'I must be dreaming', per chi ricorda. Grazie Honor, soprattutto grazie Sean. Forever and ever". Scrive su twitter la presidente dell'Accademia dei David di Donatello, Piera Detassis, ricordando Sean Connery e l'attrice Honor Blackman, scomparsa quest'anno. E sempre su twitter Enrico Letta sottolinea. “Il più grande Sean Connery? Stat rosa pristina nomine... Per me è Guglielmo da Baskerville di Umberto Eco. Tributo ad un mito".

“Sean Connery, un grande attore, un uomo colto, ironico e affascinante. Resta un'icona del cinema e una grande testimonianza di un James Bond unico e irripetibile. Sono vicino a tutta la sua famiglia", twitta il produttore cinematografico e presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis. “Che infinita tristezza. Lui e Roger sono stati amici per molti decenni e Roger diceva sempre che Sean era stato il migliore James Bond di sempre», hanno fatto sapere su Twitter gli eredi di Roger Moore che aveva interpretato il ruolo dell'agente segreto in sette film, dal 1973 al 1985. Per Sam Neill, che aveva recitato con Connery in 'Caccia a Ottobre Rosso', "ogni giorno sul set con lui era una lezione di recitazione. Ma il carisma erano il potere erano interamente suoi".

Connery aveva fan ovunque, non solo a Hollywood. Dopo la premier scozzese Nicola Sturgeon che l'ha definito "un'alfiere dell'indipendenza della Scozia", si è pronunciato dagli Usa su twitter il senatore repubblicano Lindsay Graham: È stato a mio avviso l'unico Bond». Uno dei miei preferiti. Il migliore 007 (per me, ovviamente). Arrivederci Sean Connery", chiosa su Instagram, l'attrice spagnola Paula Echevarría, nota in Italia come protagonista della serie televisiva 'Velvet'. Sono cresciuto idolatrando Sean Connery. Una leggenda sullo schermo e fuori. Riposa in pace", scrive sui suoi profili sociale la star di Hollywood Hugh Jackman, postando la foto dell'attore scomparso nei panni di 007, il ruolo che lo rese famosissimo in tutto il mondo. La notizia della scomparsa del divo ha rattristato anche il mondo dello sport. "Sean Connery è stato un personaggio incredibile, un attore che ho sempre amato. Se questo Milan mi ricorda di più 'Licenza di ucciderè o 'Mai dire maì? Dobbiamo essere una squadra che non si arrende mai. Quindi Mai dire maì si adatta a questo Milan», ha detto il tecnico Stefano Pioli, alla vigilia della sfida contro l'Udinese. «Con enorme dispiacere, solo adesso sono venuta a conoscenza della morte di Sir Sean Connery. Grandissimo attore e uomo bellissimo, rimarrà perenne nella nostra mente con la frase che disse nel primo film che gli diede una fama mondiale: 'My name is Bond. James Bond'», commenta affranta Rita Pavone.

'