Meryl Streep imita Donald Trump
Meryl Streep imita Donald Trump

Washington, 8 giugno 2016 - In vista dell'auspicata vittoria di Hillary Clinton alla nomination delle primarie dem Usa, la tre volte premio Oscar Meryl Streep ha 'festeggiato' aggiungendo Donald Trump alla variegata galleria di personaggi che ha magistralmente interpretato. Lo ha fatto a sorpresa salendo sul palco del Delacorte theater del Central Park per un tributo a Shakespeare, durante un gala di beneficenza per il Public Theater. 


L'attrice ha imitato perfettamente il tycoon nel look e nei modi: Meryl si è presentata con il pancione, la tradizionale cravatta rossa, un make up arancione e una acconciatura cotonata, serrando le labbra e flettendo la voce da sbruffone per evocare battute e gestualità del magnate. Nel finale la star si è esibita in un duo con Christine Baranski, che impersonava Hillary Clinton che indossava uno dei suoi classici tailleur con pantalone. 
Le due attrici hanno intonato 'Brush up your Shakespeare', un numero dal musical di Cole Porter 'Kiss me, Kate': la canzone è tradizionalmente un duo cantato da gangster con suggerimenti per conquistare le donne recitando versi del Bardo. 

"Possiamo fare un accordo - me lo farai sapere - perché tutte le donne dicono no?", ha esordito Meryl allungando le sue mani in un ampio gesto alla Trump. Alcune parole del brano sono state cambiate, altre no perché sembrano adattarsi alle attitudini del magnate, come il suggerimento "se lei dice che il tuo comportamento è odioso, sbattila dritta nel Coriolano" (una tragedia di Shakespeare, ndr). Lo show, messo in rete da un reporter del Nyt, è stato apprezzato dagli spettatori, tra cui c'erano l'ex sindaco della Grande Mela Michael Bloomberg e l'ambasciatrice Usa all'Onu Samantha Power. 


La veterana di Hollywood, che sostiene la Clinton nella corsa alla Casa Bianca, ha saltato la cena per entrare meglio nel personaggio. "La performance è stata un'idea della Streep ed era assolutamente sicura di poterla fare", ha commentato il direttore artistico del Public Theater Oskar Eustis.