Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Economia Sport Motori Tech Magazine Salute

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Salsomaggiore a tutto Beat

Gruppi in esclusiva all'edizione numero 26 del festival

di MICHELE MANZOTTI
Ultimo aggiornamento il 1 luglio 2018 alle 18:51
Thee Hypnotics (foto Serena Groppelli-Festival Beat Salsomaggiore)

Salsomaggiore Terme (Parma), 1 luglio 2018 - La mezzanotte scocca con i concerti più attesi. Poi, se uno vuole, può continuare fino all'alba ballando o ascoltando il Beat. E' proprio a questo genere, con le evoluzioni che lo hanno caratterizzato nel corso degli anni. che è dedicato il festival che si tiene nella località termale da 26 anni. Una presenza divenuta autorevole: a Salsomaggiore arrivano infatti ogni anno gruppi da tutti i continenti in date esclusive per l'Italia (come nel caso degli americani Chocolate Watchband, atto principale del sabato sera). La formula quindi accomuna tante persone: dalle famiglie he si vogliono godere la sera d'estate nell'area del festival dove sono compresi mercatini e stand gastronomici agli appassionati che arrivano da tutta Italia, richiiamati da nomi impossibili da trovare altrove. L'area del Ponte Ghiara, sufficientemente lontana dalle abitazioni per evitare problemi di convivenza sonora, è quindi stata affollata nelle due delle quattro serate del festival dove si sono esibiti i gruppi più importanti.

A partire da Kim Salmon e i suoi Scientists nella loro nuova incarnazione: il musicista australiano ha una carriera di lungo corso con formazioni come Beasts of Bourbon e Surrealists. Se lo stile garage fa parte del suo Dna, lo è anche il rock'n'roll con le sue origini blues. Swampland e Frantic Romantic non sono mancate per la gioia di molti, accanto alle proposte attuali. La band che accompagna Salmon (che indossa la giacca inconfondibile con il salmone) lo segue con diligenza e ordine a partire dalla sezione ritmica, per un successo annunciato. Prima del gruppo di Perth si sono esibiti Thee Hypnotics di Jim Jones, già presente nel 2013 al festival con la Jim Jones Revue. La sua prima creatura quindi rinasce sul palco con suoni distorti d'ordinanza, riti sciamanici attorno alla chitarra elettrica e un'energia invidiabile dovuta alla compattezza del quartetto.

Anche in questo caso non sono mancati classici come Shakedown e Soul Trader con Jim Jones frontman ancora convincente a distanza di trent'anni dal suo esordio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.