Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Economia Sport Motori Tech Magazine Salute

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Monastir, simbolo della Tunisia: mare e storia

Monastir affonda le sue radici nella storia. Il suo simbolo, il ribādi Harthema, il monastero-fortezza fondato nel 796 d.c. dagli arabi per difendere il centro dagli assalti della flotta bizantina è anche uno degli emblemi dell’intera Tunisia.

di FRANCESCO FORNI
Ultimo aggiornamento il 24 luglio 2018 alle 14:42
Monastir

Un luogo che emana fascino e storia, dai cartaginesi, ai romani, che la chiamarono Ruspina: qui Giulio Cesare perse una delle pochissime battaglie della sua carriera, non decisiva, per sua buona sorte. Non a caso nel 1976 un regista attentissimo ai dettagli come Franco Zeffirelli vi girò alcune scene del Gesù di Nazareth.
 

La magnificenza del Sahel tunisino

Monastir e dintorni sono una gemma sull’omonimo golfo, a poca distanza da Hammamet. Da tempo meta turistica, a poco più di 150 chilometri da Tunisi, è anche un riferimento della bellissima costa (Sahel) locale. Da non perdere il porto turistico, la Marina, che si trova sul promontorio, come anche la moschea Bourguiba. 
 

Susa e Madhi, altre due perle

Anche la Medina, seppur profondamente ristrutturata, il Museo Islamico, le numerose moschee e il Mausoleo di Bourguiba, il primo presidente della nazione. Storia speciale e natura unica, a poco più di 15 chilometri assolutamente da visitare è il piccolo arcipelago delle isole Kuriate, una riserva naturale. Il turismo è la principale risorsa di queste terre, davvero lussureggianti, molto organizzate con alberghi resort. Ricettive e ospitali, c’è solo l’imbarazzo della scelta, anche perché le vicine Susa e Mahdi, a poche decine di chilometri, sono altri centri di assoluta bellezza. Da gustare al tramonto. 
 

Golf e maneggio nel paradiso verde

Di giorno si possono apprezzare lo splendido mare e la cugina locale. La vita notturna non è frenetica come in altri luoghi, ma le occasioni di svago non mancano di certo. La vegetazione prosperosa permette la presenza di bellissimi campi da golf e occasioni di maneggio.

Tui Monastir

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.