Bologna, 8 maggio 2018 - Il fenomeno del fast fashion è una vera e propria rivoluzione nel campo della moda. Se ne parlerà domani, alle 18 nella Sala congressi del Centergross, nell’incontro intitolato ‘L’innovazione tecnologica nei distretti italiani’, il primo appuntamento del secondo ciclo di incontri sul tema dell’innovazione delle aziende italiane. È una iniziativa di QN Il Resto del Carlino e QN Economia e Lavoro, in collaborazione con Tim, dedicata al supporto che le nuove tecnologie offrono alle piccole e medie imprese e all’impatto che la digitalizzazione può offrire alle imprese, pubbliche e private, per favorire l’ottimizzazione dei loro investimenti.

Come nelle precedenti tappe, la tavola rotonda sarà una splendida occasione per le più importanti realtà imprenditoriali del territorio di avviare un dibattito e un confronto su un tema sempre attuale come la tecnologia, principale strumento di innovazione e risorsa fondamentale per la crescita culturale e sociale del sistema Italia, in una dimensione globale.

I distretti dell’Emilia-Romagna costituiscono ambiti privilegiati per lo sviluppo di idee e di progetti innovativi che valorizzano le risorse presenti nel nostro territorio attraverso la digitalizzazione dei processi, per attrarre investimenti nazionali e stranieri.

Il focus è dedicato appunto al fenomeno del fast fashion, il cui punto di forza principale deriva dalla capacità di offrire prodotti di tendenza in un arco temporale ristretto, grazie all’introduzione di nuovi sistemi tecnologici, che hanno portato il nuovo consumatore ad usufruire di un guardaroba costantemente rinnovato e poliedrico. Efficacia di vendita e commerciabilità sembrano essere le parole ispiratrici delle imprese di fast fashion.

Protagonisti dell’evento saranno esponenti di primo piano del settore della moda, del mondo politico ed economico. I lavori saranno introdotti e moderati da Paolo Giacomin, direttore di QN Il Resto del Carlino. Interverranno Lucia Gazzotti, presidente di Centergross, Federico Ballandi, presidente di Kontatto, Roberto Collavizza, responsabile Divisione Sales Area Nord Est di Tim, Antonio Franceschini, Responsabile nazionale Cna Federmoda, Rosa Grimaldi, delegata Imprenditorialità dell’Alma Mater, Monica Mai, responsabile comunicazione Rinascimento. Poi, sul versante politico istituzionale, il sindaco Virginio Merola, l’assessore regionale alle Attività produttive Palma Costi, Enrico Postacchini, presidente di Aeroporto Marconi Spa e Marco Spinedi, presidente di Interporto Bologna Spa.

Dopo la tappa di Bologna, il programma prevede il secondo incontro a Firenze il 16 maggio, dal titolo ‘Internazionalizzazione: le Pmi verso il mercato estero’.