Giovedì 18 Luglio 2024
MARCO GALVANI
Sport

Nuvolari, Senna, Alonso Il cuore in pole position

Questo articolo esplora il rapporto tra musica e Formula 1, sottolineando come molti piloti abbiano ispirato canzoni dedicate a loro e come alcune abbiano raggiunto una certa notorietà. Il brano di Francesca Michielin dedicato a Fernando Alonso è un esempio di come la musica possa essere un modo per esprimere sostegno ai piloti.

Quello tra musica e Formula 1 è un rapporto ormai consolidato, tra vecchi classici e novità al passo con i tempi. I più famosi sono due brani di Lucio Dalla, quello dedicato al mito di Tazio Nuvolari, accompagnato da un arrangiamento futurista nel suo ritmo incalzante, e quello più intimista dedicato ad Ayrton, ovviamente Senna.

Anche se la canzone che ha reso più efficacemente il segno lasciato dal campione brasiliano nelle coscienze, non solo quelle degli appassionati di formula 1, è sicuramente ’Marmellata #25’ di Cesare Cremonini, "da quando Senna non corre piùda quando Baggio non gioca più non è più domenica", e chi ha avuto la fortuna di viverle, quelle domeniche che oggi sono così diverse, sa benissimo quanto sia vero.

Ma questi sono campioni del passato, come lo era Ronnie Peterson che proprio a Monza trovò la morte nel 1978, ma prima aveva avuto l’onore di ispirare un brano intitolato ’Faster’ composto dall’ex Beatles George Harrison, che dalle corse era rimasto particolarmente colpito. Volendo, è del passato anche Robert Kubica almeno per quanto riguarda la Formula 1: al polacco che ha subito un numero incredibile di incidenti gravi senza mai mollare, e anzi tornando alla vittoria nel maggio scorso nella 6 ore di Spa, ha dedicato un pezzo da ballare il duo polacco chiamato MC Daro.

Ma c’è spazio anche per i piloti del presente che saranno sicuramente protagonisti a Monza: se Charles Leclerc fa da solo, dilettandosi al pianoforte dove ha già composto diversi brani, sfogando sui tasti la frustrazione per le difficoltà della sua Ferrari, la band dei fans di Max Verstappen è andata molto oltre.

Si chiamano “Pitstop Boys” e nel 2016 hanno scritto un pezzo per la vittoria di Max, a soli 18 anni, nel suo primo Gran Premio in Spagna: "Hij is de king van Barcelona, È il re di Barcellona", dice il brano ’Super Max’, che al momento del successo di Verstappen nel suo primo mondiale arrivò ad essere tra le prime cinquanta canzoni al mondo. Poi ne scrissero una anche per Norris, ’Let’s go Lando’, meno fortunata.

Francesca Michielin invece ha dedicato una canzone a Fernando Alonso, ormai qualche anno fa: "Mentre gli altri vincono, io penso a te come stai, mi dispiace non vederti felice mai, esultare mai".

Quest’anno Alonso ci è andato già vicino, al ritorno al successo.

Chissà...

d. r.