Martedì 16 Luglio 2024

Il prezioso strumento del Bonus Libri, un aiuto per agevolare le famiglie

Strumento / Richiesta del sostegno e scadenze variano anche in base alle normative dei regioni e dei comuni: ecco i testi gratuiti o a costo ridotto

Il Bonus Scuola permette dunque di ottenere i libri scolastici gratuitamente

Il Bonus Scuola permette dunque di ottenere i libri scolastici gratuitamente

Con l’inizio dell’anno scolastico vengono introdotte diverse misure per agevolare le famiglie con figli che frequentano la scuola. Il Bonus Scuola, noto anche come Bonus Libri 2023/2024, è un contributo economico per l’acquisto dei libri scolastici, destinato alle famiglie con figli studenti in difficoltà finanziarie. La richiesta del bonus varia in base alla normativa regionale o comunale e i requisiti e le scadenze devono essere verificati per ogni territorio. Per fare alcuni esempi, in Emilia-Romagna le domande possono essere presentate dal 5 settembre al 26 ottobre 2023; in Toscana, gli studenti con meno di 20 anni possono fare domanda, come previsto dal pacchetto scuola, entro il 22 settembre 2023. La Regione Umbria ha pubblicato il bando del Bonus libri 2023/2024, le cui domande vanno presentate al Comune di residenza entro il 3 ottobre 2023. Il bonus scuola permette dunque di ottenere i libri scolastici gratuitamente o ad un costo ridotto. Per beneficiare dello sconto sui libri è necessario possedere il Modello ISEE, che valuta la situazione economica delle famiglie. Possono beneficiare del bonus scuola 2023/2024 le famiglie con figli studenti iscritti a scuole secondarie di primo o secondo grado, inclusi percorsi di istruzione professionale. Le scuole possono essere statali, paritarie o incluse nell’Albo Regionale delle scuole non paritarie. Il bonus libri è una risorsa preziosa per le famiglie, ma è fondamentale essere informati sui requisiti e le scadenze specifiche della propria regione.