Milano - Ha aperto i battenti  la kermesse internazionale più importante nel mondo del design, quest'anno ribattezzata Supersalone, alla fiera di Rho. Da oggi per sei giorni, ha aperto a tutti, visitatori e buyer l'evento speciale curato da Stefano Boeri, attesissimo dopo l'annullamento dell'ultima edizione del Salone, a causa della pandemia (erano 17 mesi che il design attendeva questo momento). Il taglio del nastro alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha avuto un forte valore simbolico, di ripartenza per l'intero Paese, come hanno più volte sottolineato i vertici della manifestazione. Ad accogliere Mattarella il presidente di Fiera Milano e presidente di Confindustria Carlo Bonomi, la presidente del Salone, Maria Porro, il presidente di FederlegnoArredo Claudio Feltrin, il sindaco Beppe Sala, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e il prefetto di Milano Renato Saccone. In occasione della cerimonia di apertura il cantante Marco Mengoni ha intonato l'Inno di Mameli davanti al presidente della Repubblica. Ieri sera l'artista si era esibito in una performance live nel giardino della Triennale per gli ospiti presenti alla serata inaugurale. "Desidero esprimere l'apprezzamento e gli auguri per il Salone e la Fiera. Questo è un appuntamento di particolare importanza, abitualmente. Un punto di riferimento mondiale per il settore, in cui il Paese è all'avanguardia. Questa occasione, che raccoglie coraggio di impresa, creatività e cultura, è di straordinario significato in questo momento, per il rilancio e la ripresa del Paese" ha detto il Presidente Mattarella. 

L'arrivo di Mattarella a Rho-Fiera

Bonomi: sfida vinta, ora guardiamo avanti

 "Il Supersalone è frutto della generosità delle aziende del design in un momento delicato di rilancio della economia e della cultura. Grazie a coloro che hanno creduto fino in fondo e mantenuto vivo una appuntamento così importante: avete vinto la sfida" ha detto Carlo Bonomi, presidente di Fiera Milano e Confindustria, intervenendo all'inaugurazione del supersalone.  "Ora - ha proseguito - è il momento di guardare avanti, aprirsi con più vigore ai mercati internazionali. Noi siamo al servizio delle imprese che vogliono ripartire, la fiera è uno spazio non solo fisico dove valorizzare e promuovere il potenziale del brand Italia, attraendo imprese e investimenti da tutto mondo".  

"L'Italia torna a muoversi"

"Milano si muove e con Milano torna a muoversi l'Italia" ha detto il sindaco di Milano Beppe Sala durante il suo intervento. "La presenza di Mattarella - ha aggiunto - porta a assumerci più responsabilità . La nostra città deve guidare la ripartenza". Fare questa edizione speciale è un "gesto di coraggio e responsabilità al tempo stesso. E' lo scatto di orgoglio di un settore che sceglie di rischiare. Dobbiamo proseguire ancora meglio di prima". "Il Salone del Mobile è storicamente il manifesto dell'eccellenza e del saper fare lombardi, di un'artigianalità elevata ad arte: un incontro tra ingegno e industria, favorito dal ruolo insostituibile dell'impresa" ha detto il presidente della regione Lombardia Attilio Fontana "E' un evento atteso per oltre un anno e mezzo, divenuto simbolo di un territorio che riparte con l'ambizione di rilanciare il Paese". 

Il sindaco di Rho Pietro Romano Beppe Sala e Attilio Fontana

FederlegnoArredo: "Miracolo della ripartenza"

Per Claudio Feltrin, presidente di FederlegnoArredo, "se siamo qui a inaugurare la più importante fiera internazionale del design, significa che tutti insieme abbiamo lavorato affinché questo 'miracolo' della ripartenza si realizzasse". "La presenza del Presidente Mattarella - ha detto Feltrin - è la conferma della bontà della scelta fatta a fine aprile. Abbiamo avuto lecite incertezze, prima di confermare l'edizione di settembre. Ma alla fine il coraggio di accettare la sfida ha prevalso e nel momento più difficile abbiamo dimostrato di essere leader. Non solo per i buoni risultati in questo inizio d'anno, ma per la decisa volontà di esserci e difendere il primato assoluto del Salone del Mobile di Milano nel mondo anche se in una formula nuova e unica. Riaffermarlo oggi era un preciso dovere e dobbiamo essere orgogliosi di esserci riusciti". Feltrin ha quindi ricordato i numeri del proprio settore che pesa il 5% del Pil nazionale, con un valore di produzione di 39 miliardi di euro, di cui 15 destinati all'export e un saldo commerciale attivo di 7,6 miliardi di euro. 

Inaugurazione Supersalone del Mobile Rho Fiera

I numeri del Supersalone

Gli ingredienti perché questa edizione sia un successo ci sono tutti: dal progetto curatoriale affidato a Stefano Boeri e al suo dream team internazionale sino alla presenza qualificata di aziende e makers che propongono i loro prodotti migliori (in presenza) frutto di ricerca, innovazione e creatività. Chiaramente, per garantire a tutti la sicurezza l’ingresso non supererà 30 mila persone al giorno. Ma il segnale è forte, e l’emozione tanta, "sarà un’edizione popolare, culturale ma anche commerciale", assicura Stefano Boeri, presidente di Triennale, hub culturale in città. In Fiera sono presenti 425 brand, 170 giovani creativi e 39 maker, per un totale di oltre 1.900 progetti esposti. L’esposizione occupa i primi quattro padiglioni di Fiera Milano Rho, circa 68mila metri quadrati e ha un ricco public program. Sono stati allestiti quattro hub per i tamponi rapidi (Porta Est, Porta Sud, Porta Ovest e Cargo 1) che si potranno fare a 22 euro. A completare la proposta le Food Court: si possono gustare le ricette originali di alcuni fra i più grandi chef italiani