Un particolare degli impianti realizzati da Redi
Un particolare degli impianti realizzati da Redi

Ristrutturare un condominio a Milano o costruire la sede di Angelini a Roma: in entrambi i casi l’impianto di recupero e riutilizzo delle acque grigie e bianche di Redi (gruppo Aliaxis) contribuirà a ottenere il certificato Leed per la sostenibilità degli edifici. La riqualificazione ha permesso, nel primo caso, di installare un impianto premontato, con serbatoio di stoccaggio e due stazioni per il trattamento a ultrafiltrazione e sollevamento dell’acqua igienizzata. Attraverso un passaggio biologico-meccanico senza additivi chimici, l’acqua viene filtrata con vessels a microtubuli, sterilizzata e ripulita dagli inquinanti. Discorso simile per la nuova sede di Angelini, progettata dallo studio Transit ed Enzo Pinci, a Roma. L’acqua in questo caso viene riutilizzata per irrigare il giardino e alimentare la fontana. "Oggi l’architettura deve tenere conto della sostenibilità degli edifici, d’altro canto l’innovazione di prodotto non basta più – spiega Maurizio Carano di Aliaxis Italia –. Occorre integrarsi nell’ecosistema con chi si occupa di materiali edili, domotica, processi industriali o agricoli, attraverso progetti di sistemi conformati, anche sfruttando le opportunità della digitalizzazione. ‘Innovazione’ è la parola chiave per continuare a offrire benefici crescenti in ottica di sostenibilità ambientale, salute e costi".

Daniele Monaco