Lunedì 15 Luglio 2024

Lo Zoo di Pinocchio visitabile alle Oblate

Fino al 24 novembre esposti i disegni di Filippo Sassoli che rappresentano gli animali presenti nella celebre fiaba.

Lo Zoo di Pinocchio visitabile alle Oblate

Lo Zoo di Pinocchio visitabile alle Oblate

"Lo Zoo di Pinocchio" con i disegni dell’artista romano Filippo Sassoli (fratello del compianto David Sassoli) è il titolo della mostra inaugurata ieri alla biblitoeca delle Oblate, promossa dalla Fondazione Nazionale Carlo Collodi e dal Comune di Firenze. La mostra celebra il 140esimo anno della prima edizione in volume delle "Avventure di un burattino" e segue quella realizzata presso la Fondazione a Collodi nel 2021 in occasione dei 140 anni dell’uscita del racconto sul "Giornale per i bambini".

Il lavoro si compone di 35 disegni, dedicati agli animali che incontrano Pinocchio nelle sue avventure, eseguiti in un arco di cinque anni di tempo in bianco e nero a inseguire il disegnare dello scrittore, anche per sottolineare il ritorno alle origini, cioè risalire al tempo della nascita editoriale del libro. Realizzati a penna con inchiostro nero, steso anche a pennello più o meno diluito e con rifiniture a punta metallica, i disegni sono divisi in due formati: il più grande dedicato agli animali protagonisti e il più piccolo agli animali comparse, ovvero a quegli animali definiti dallo stesso Sassoli "senza nome proprio, in minuscolo e non dialoganti". Non siamo, quindi, di fronte a illustrazioni di accompagnamento al testo di Collodi bensì alla precisa scelta di riproporre gli animali nella loro vivida concretezza.

L’esposizione è accompagnata da un catalogo edito dalle Edizioni della Fondazione Carlo Collodi che riproduce tutte le opere esposte. La mostra, allestita nella Sala conferenze Sibilla Aleramo della biblioteca, resterà aperta fino al 24 novembre in orario di apertura della biblioteca (lunedì dalle 14 alle 19; martedì dalle 9 alle 19; mercoledì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 23 e sabato dalle 10 alle 23).