Domenica 14 Luglio 2024

Tocca a Monte Cerignone, con la riscoperta delle antiche tradizioni

Il Comune di Monte Cerignone diventa Capitale per una settimana con il progetto ‘50x50: Capitali al quadrato’. Il programma "Rivelazioni Culturali" valorizza la Rocca Feretrana e propone eventi culturali, laboratori e degustazioni per far conoscere le eccellenze del borgo.

Tocca a Monte Cerignone, con la riscoperta delle antiche tradizioni

Tocca a Monte Cerignone, con la riscoperta delle antiche tradizioni

Dal 17 al 23 giugno è il Comune di Monte Cerignone il nuovo protagonista di ‘50x50: Capitali al quadrato’, il progetto simbolo di Pesaro 2024 che vede i cinquanta Comuni della Provincia di Pesaro e Urbino, a turno, Capitale per una settimana. Il programma, dal titolo "Rivelazioni Culturali: Monte Cerignone, Tesoro della Natura", vuole far conoscere e valorizzare le eccellenze di questo affascinante borgo su cui domina maestosa la Rocca Feretrana. L’anno da capitale è stata l’occasione per formare, a cura della Proloco, under 25 alla scoperta della fortezza: giovani guide che sveleranno i segreti della rocca e le curiosità del borgo. Al termine delle visite, coinvolgeranno il pubblico in laboratori sull’antico mestiere dell’erbolario o insegneranno i segreti dell’incisione e stampa a torchio. In calendario, anche la degustazione di prodotti locali durante un aperitivo a lume di candela, lasciandosi suggestionare dall’atmosfera.

Lunedì si parte con una giornata inaugurale ricca di iniziative: la mostra "Animalia: il bestiario delle donne" alla Rocca Feretrana e l’apertura del Museo permanente e Archivio fotografico Giovanni Mochi: una raccolta di immagini che raccontano la vita quotidiana del paese tra il 1890 e il 1925. Alle 18.30 al Bar "Campetto da Denis" Cosa c’è DOP con il sommelier Raffaele Papi. Info: 347 0849350. Alle 20 sfilata di moda e dalle 21.15 visite guidate alla Rocca. Giovedì 20 alle 20.45 al Parco Comunale teatro all’aperto "Semis: storie di un potere invisibile". Venerdì 21 alle 20.45 alla Rocca l’incontro con il vignettista Don Giovanni Berti - in arte Gioba - su "Dio da ridere. La religione è una cosa seria ma non triste". Gran finale nel week-end con "NATURAlmente": sabato 22 alle 9 passeggiata alla ricerca e raccolta di erbe e fiori edibili e alle 19 musica col gruppo "Gli Stralunati". Domenica 23 alle 16, nei sotterranei della Rocca il convegno "La sostenibilità possibile. Influenzare il mondo con l’esperienza italiana nel biologico", modera Giovanni Girolomoni.