Domenica 14 Luglio 2024

L’arte delle comunità. Il San Bartolo si sdoppia grazie a Cyprien Gaillard

Il museo paleontologico di Fiorenzuola (da oggi) e Villa Imperiale (da domani) sono al centro del progetto "Against Sun and Dust", visitabile fino al 26 ottobre.

L’arte delle comunità. Il San Bartolo si sdoppia grazie a Cyprien Gaillard

L’arte delle comunità. Il San Bartolo si sdoppia grazie a Cyprien Gaillard

Sarà il Parco San Bartolo il cuore del settimo episodio del progetto di Pesaro 2024 "Dalle sculture nella città all’arte delle comunità" a cura di Marcello Smarrelli. L’inaugurazione oggi alle 12 al Museo Paleontologico Sorbini di Fiorenzuola di Focara. Protagonista dell’iniziativa, che coinvolge nell’arco dell’anno i 12 quartieri e il municipio di Monteciccardo, è il Quartiere 6 - San Bartolo che svela alla città "Against Sun and Dust", il progetto a cura di Cornelia Mattiacci e Alessandra Castelbarco Albani, con Ruggero Pietromarchi, concepito per due sedi: il Museo Paleontologico di Fiorenzuola e Villa Imperiale dove da domani – e fino al 26 ottobre – sarà visitabile una mostra dell’artista parigino Cyprien Gaillard.

Il suo intervento rappresenta una nuova occasione di indagare il senso dell’occupazione e la trasformazione umana dello spazio naturale, la preservazione della stratificazione architettonica e geologica, le lacerazioni culturali e fisiche lasciate dall’ascesa e declino delle utopie storiche o contemporanee. La ricerca si è sviluppata a partire dall’area del San Bartolo, espandendo la prospettiva dalla scala locale a quella nazionale e internazionale, coinvolgendo altri autori come l’artista multimediale ucraino Ihor Okuniev e lo studio di sperimentazione video No Text Azienda, di base a Milano. L’occasione celebra i cinque anni della rassegna ‘Against Sun and Dust’, curata dal 2020 da Cornelia Mattiacci e Alessandra Castelbarco Albani e concepita in relazione alla storia e agli spazi del complesso rinascimentale di Villa Imperiale, nel cuore del parco.

Il progetto è il risultato dell’esplorazione della memoria naturale e culturale di Villa Imperiale, del patrimonio paesaggistico e geologico del Parco San Bartolo nonché dell’eredità economico-sociale di quel boom edilizio e imprenditoriale che raggiunse l’apice negli anni ‘90 attraverso il fenomeno definito come ‘Riviera Club Culture’.

L’intervento si configura in una doppia proposta. La mostra di Cyprien Gaillard a Villa Imperiale - prima personale dell’artista nelle Marche - presenta opere nuove e recenti. La villa è indagata nel suo complesso di ‘monolite naturale’ che persiste come un enorme reperto all’interno del Parco San Bartolo sin dal 1400. Insieme alle sculture e opere su carta di Gaillard, esposte nelle stanze dell’ala roveresca e negli spazi aperti, la mostra include un’opera sonora inedita di Okuniev installata all’interno della grotta del cortile. Il video sperimentale Untitled (2024) di No Text Azienda in cui lo studio interpreta la ricerca di Gaillard nello sviluppo del progetto, è esposto invece nelle sale del Museo Paleontologico di Fiorenzuola, borgo medievale tra i più caratteristici del quartiere. Le riprese del video sono state effettuate tra Pesaro, Milano e Roma e il montaggio evolverà nel corso dei mesi estivi: la versione finale includerà le riprese di alcuni reperti della collezione "L. Sorbini".