Il palco e la platea di "Crescere tra le righe" 2018

La Bagnaia (Siena), 25 maggio 2018 - Le notizie più veritiere? Sono quelle che si trovano sulla carta, sui giornali. Questo uno dei dati della ricerca del Team Lead Gfk, presentato a "Crescere tra le righe" da Elena Cappelletti.

Il Team ha intervistato i ragazzi che hanno partecipato all'iniziativa "Quotidiano in Classe". E i risultati sono interessanti. Per i ragazzi i tg nazionali sono tra le fonti più autorevoli. E la carta, per quanto possa essere superata, è quella che secondo i giovani fornisce le notizie più veritiere, contro il 10% che invece pensa che sia la Rete a fornirle.

Come valutare l'attendibilità di una notizia? Per la maggior parte degli intervistati è il confronto tra più testate che rende attendibile una notizia. Cosa rende poi attendibile una fonte? La completezza e la chiarezza, ma anche il fatto che sia riconosciuta come fonte attendibile da tutti. L'indagine guarda anche alle fake news, ponendo ai ragazzi diverse domande-chiave.

Dalla ricerca risulta che il 39% ritiene che la fake news sia pericolosa comunque, qualunque sia il tema che tratta. Ma più pericoloso di tutti, per gli studenti, è diffondere fake news sulla politica nazionale. Che i ragazzi ricerchino la verità è chiaro anche da un'altro dato: i ragazzi danno più fiducia di tutti a una testa che ammette di aver fatto un errore.