Olimpiadi

Da Rio de Janeiro a Pyeongchang, sempre a torso nudo. Alla cerimonia d'apertura delle Olimpiadi invernali 2018 certamente non è passato inosservato: Pita Taufatofua, 34 anni, portabandiera del Tonga. Merito della scelta coraggiosa, quanto folle, di sfilare 'coperto' solo del manafau (tipica gonna usata nella sua isola per le danze) a dispetto dei -10 gradi sotto zero. "Ma io vengo da Tonga, siamo abituati a navigare nel Pacifico, questo è niente", ha dichiarato mentre le immagini del suo fisico muscoloso e oleato facevano il giro del mondo. Per la seconda volta. L'atleta si era presentato con questo look già fatto ai Giochi estivi del 2016 (ma certo con ben altre temperature). Del resto a Taufatofua piacciono le sfide: dal taekwondo, disciplina per la quale ha gareggiato in Brasile, è passato allo sci di fondo, riuscendo a qualificarsi in extremis in Giappone lo scorso 20 gennaio dopo sette tentativi falliti. "E' la cosa più dura che abbia mai fatto. Il taekwondo è intenso, hai davanti qualcuno che cerca di darti un calcio in testa. Nel fondo soffri per un'ora. Meglio un dolore breve o prolungato? La verità è che li amo entrambi", ha confessato. E chissà che la sua voglia di sfide non si esaurisca in Corea. "Magari potrei cimentarmi in un altro sport, nessuno è andato ai Giochi in tre discipline diverse. Ancora non ci ho pensato bene, magari potrei darmi alla pallamano ma avrei bisogno di una squadra. Di sicuro con gli sport di resistenza ho chiuso. Ma mancano ancora due anni a Tokyo, facciamo un passo per volta".

ORARI TV Il calendario delle gare del 10 febbraio

Olimpiadi invernali 2018 in tv, orari delle gare (Rai ed Eurosport) e italiani da seguire 

Olimpiadi invernali 2018, calendario

Olimpiadi invernali 2018, le 10 gare da non perdere (e gli orari tv)

Sport Tech Benessere Moda Magazine