Pyeongchang, 14 febbraio 2018 - Le Olimpiadi invernali 2018 non potevano cominciare meglio per l'Italia del curling. Al termine della prima giornata del round robin, ossia il girone iniziale con tutte le squadre, gli azzurri hanno tenuto testa al Canada (favoritissimo per la vittoria finale e vittorioso solo per 5-3) per poi vincere un'altra sfida difficilissima, quella contro la Svizzera, per 7-4.

Olimpiadi, i risultati di oggi live

Grandissima prova del quartetto composto da Ferrazza, Gonin, Retornaz e Mosaner, capaci di tenere testa a una nazionale forte come quella svizzera e di giocare benissimo gli end difensivi, rubando addirittura due mani agli avversari. Una gara molto tattica che ha visto mani da più punti solamente nel finale, lasciando nel blocco iniziale e centrale solamente giochi da un punto.

In questo l'Italia è stata maestra. Dopo aver vinto il sorteggio con i tiri di precisione ha sfruttato l'hammer (ossia l'ultimo sasso da lanciare) per portarsi in vantaggio sull'1-0 e poi ha compiuto un capolavoro di tattica difensiva rubando la mano nell'end successivo. Da quel momento in poi l'Italia non ha mai più abbandonato la situazione di vantaggio costringendo gli svizzeri ad accontentarsi di mani da un punto o, addirittura, a perdere un altro end con il martello a propria disposizione.

Con la gara in grande equilibrio e una situazione di piccolo vantaggio per i ragazzi di Retornaz (lo skip della squadra, anche se in terza posizione di lancio), sono stati decisivi gli ultimi end. Dopo la mano rubata l'Italia si trovava in vantaggio di 3 punti e nella penultima mano è riuscita a subirne solo due guadagnando per il decimo e decisivo end oltre alla posizione di vantaggio (5-4), anche l'hammer.

E qui è uscita la forza dei nostri ragazzi. L'end è stato impostato per una serie continua di bocciate grazie anche all'ottimo lavoro di Gonin che ha rotto l muro di guardie costruite dagli svizzeri. Poi nel finale è stato necessario un tiro fenomenale di Mosaner (media superiore al 90% in questa partita) per costringere lo skip svizzero Schwarz a un tiro impossibile. Il leader del team elvetico ha fatto il possibile ma ha lasciato al nostro 'fourth' una facile bocciata, specialità di casa Mosaner, e quindi l'Italia ha guadagnato altri due punti andando a vincere per 7-4 la partita.

Si tratta di un successo incredibile vista l'inesperienza dei nostri azzurri in questo tipi di torneo, dove abbiamo partecipato solo da Paese ospitante nel 2006. Domani si tornerà sul ghiaccio per giocare contro Stati Uniti e Danimarca, sfide più morbide rispetto al calendario del primo giorno, comunque molto positivo per l'Italia del curling alle Olimpiadi invernali 2018.

Olimpiadi invernali 2018 in tv, calendario e orari 15 febbraio (Eurosport e Rai)