La stella di Natale e le sue curiosità - foto barmalini istock
La stella di Natale e le sue curiosità - foto barmalini istock

Tra le certezze che accompagnano le feste natalizie non ci sono solo l'albero o il presepe. C'è anche lei: la Stella di Natale, pianta ideale per addobbare casa o fare un dono a colpo sicuro a quella persona "a cui non si sa cosa regalare". La sua storia è il classico argomento da tirare fuori durante pranzi e cenoni, perché annovera un po' di curiosità con cui intrattenere gli ospiti. Ecco quindi un po' di cose da sapere per fare un figurone: da dove arriva, come nasce la tradizione, qual è il suo vero colore (spoiler: non è il rosso) e perché da qualche parte va di moda anche a Pasqua.

DAL MESSICO ALL'EUROPA
La Stella di Natale è una pianta originaria del Messico, dove cresce in modo naturale raggiungendo anche i 4 metri di altezza allo stato selvatico. Già amata dagli Aztechi, che la chiamavano Cuitlaxochitl, ha fatto la sua prima apparizione in Europa all'inizio dell'Ottocento, per mano del naturalista tedesco Alexander von Humboldt, che l'ha introdotta a Berlino dopo un lunga spedizione in America Latina.

BELLA DI NOME E DI FATTO
Nei manuali di botanica, la Stella di Natale si chiama in realtà Euphorbia pulcherrima, appellativo scientifico che è implicitamente sinonimo di fascino ed eleganze. Il genere Euphorbia include infatti migliaia di piante, tra cui spicca tuttavia un'indiscussa reginetta di bellezza: la Pulcherrima, termine latino che significa appunto "bellissima".
L'E. pulcherrima è nota anche con il nome di Poinsettia, in omaggio a Joel Roberts Poinsett, l'ambasciatore statunitense che intorno al 1825 la importò negli USA.

FIORE ROSSO, ANZI GIALLO
A differenza di quello che siamo abituati a pensare, i fiori della Stella di Natale non sono rossi. Tecnicamente il vero fiore è quello piccolo e giallo che sta all'interno: il caratteristico colore che fa tanto Natale è invece opera delle grandi foglie rosse (brattee) che crescono intorno. Alcune varietà di Poinsettia presentano anche foglie rosa, bianche o rosso acceso.


ANTICA LEGGENDA
Il legame tra la Stella di Natale e il 25 dicembre prende vita nel Messico del Sedicesimo secolo. La leggenda vuole che la giovane Pepita fosse troppo povera per comprare un fiore da posare sull'altare di Gesù Bambino la notte della vigilia. Su consiglio del cugino Pedro, compose quindi con umiltà e amore un bouquet di erbe e ramoscelli, che durante la messa si trasformò in un bellissimo mazzo di fiori rossi a forma di stella. Nacque così la tradizione del "flor de Noche Buena", ossia il fiore della Notte Santa.


FIORE PASQUALE
La Stella di Natale è uno dei fiori più popolari del Madagascar, dove è stato importato dai francesi trovando un clima adatto per diffondersi a macchia d'olio. La popolarità dipende anche dall'affinità cromatica con il suolo ricco di laterite, che fa del Madagascar la cosiddetta Isola Rossa. A causa del differente andamento climatico (ci troviamo di sotto dell'equatore) la pianta fiorisce tuttavia verso Aprile, trasformandosi quindi in una perfetta "Stella di Pasqua".