Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
11 giu 2022

Il pianeta azzurro ribaltato in 11 mesi

Dal trionfo di Wembley allo choc dell’esclusione dal Qatar e allo stadio vuoto di stasera: dobbiamo risalire

11 giu 2022
paolo grilli
Sport
Azzurri in trionfo dopo la finale dell’Europeo vinta ai rigori contro l’Inghilterra a Wembley. E’ l’11 luglio 2021:. al trionfo storico seguirà l’onta di un’altra esclusione dal Mondiale
Azzurri in trionfo dopo la finale dell’Europeo vinta ai rigori contro l’Inghilterra a Wembley. E’ l’11 luglio 2021:. al trionfo storico seguirà l’onta di un’altra esclusione dal Mondiale
Azzurri in trionfo dopo la finale dell’Europeo vinta ai rigori contro l’Inghilterra a Wembley. E’ l’11 luglio 2021:. al trionfo storico seguirà l’onta di un’altra esclusione dal Mondiale
Azzurri in trionfo dopo la finale dell’Europeo vinta ai rigori contro l’Inghilterra a Wembley. E’ l’11 luglio 2021:. al trionfo storico seguirà l’onta di un’altra esclusione dal Mondiale
Azzurri in trionfo dopo la finale dell’Europeo vinta ai rigori contro l’Inghilterra a Wembley. E’ l’11 luglio 2021:. al trionfo storico seguirà l’onta di un’altra esclusione dal Mondiale
Azzurri in trionfo dopo la finale dell’Europeo vinta ai rigori contro l’Inghilterra a Wembley. E’ l’11 luglio 2021:. al trionfo storico seguirà l’onta di un’altra esclusione dal Mondiale

di Paolo Grilli

Sono passati undici mesi, sembra una mezza vita. L’Italia sfida gli inglesi a casa loro, ma tutto è cambiato da quel trionfo europeo di Wembley che ci ha inondato di una euforia mai così meritata ma rivelatasi poi, ahinoi, un velenoso boomerang. Perché poi gli azzurri sono tornati ad attorcigliarsi su vecchi limiti, perdendo prima il bandolo della matassa e poi il pass per il Mondiale. Inaudito ed inedito, il vuoto del massimo appuntamento mancato per la seconda volta di fila. Una cupa vertigine da cui sarà difficile liberarsi.

Oggi torniamo dai Maestri, che dopo lo scorno della finale persa contro gli azzurri tra le mura e i cuori di casa, il biglietto per il Qatar l’hanno staccato con stile, fermando sul pari Polonia e Ungheria e concedendosi un rotondo 5-0 sull’Albania. Kane è a -2 dal mito Rooney quanto a gol in Nazionale, e non ci concederà sconti dopo averci, inconsciamente o meno, pure derisi dicendo che l’Italia sarà da temere ai Mondiali.

L’11 luglio di un anno fa eravamo noi i leoni. Non si può definire diversamente chi ha avuto il coraggio di sovvertire sul campo il pronostico più logico, zittendo i 60mila tifosi di casa convinti di essere entrati nel loro tempio solo per celebrare il trionfo. Reagimmo anche alla doccia gelata del gol di Shaw al secondo minuto. Wembley l’abbiamo riassaggiato contro l’Argentina ed è stato un incubo.

Anche lo scenario di stasera sarà totalmente diverso. Spalti deserti, al Molineaux Stadium di Wolverhampton, proprio perché in quella tumultuosa domenica di luglio 2021 l’aplomb inglese si perse del tutto e un caos vecchio stile, da hooligans per intenderci, fece da cornice alla vittoria dei ragazzi di Mancini. Una baraonda pericolosissima – ci furono anche migliaia di tifosi che provarono a entrare senza biglietto – che ha portato poi la Uefa a chiudere gli spalti nella prima gara ufficiale casalinga dei britannici in competizioni ufficiali, concedendo poi la sospensione di una seconda partita senza pubblico. Solo 3.000 bambini e ragazzi potranno fare da spettatori, in ossequio alle deroghe Uefa previste in questi casi.

Degli undici trionfatori titolari di Wembley, stasera, dovrebbero partire dall’inizio i soli Donnarumma – il primo degli eroi di quella notte magica – e Di Lorenzo. La rivoluzione azzurra deve galoppare. E come sarebbe bello batterli ancora.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?