Immagine di una città come Bologna sempre più smart
Immagine di una città come Bologna sempre più smart
Nuove tecnologie digitali al servizio di una rete elettrica sempre più smart. Nel settore della distribuzione di energia elettrica le tecnologie dell’informazione e della comunicazione giocano un ruolo fondamentale: sono in grado di abilitare nuove funzioni e servizi per il business delle aziende. Nel 2017 E-Distribuzione, la più grande società in Italia nel settore della Distribuzione e Misura di energia elettrica guidata da Vincenzo Ranieri, ha lanciato DigI&N Italy, un programma per ridisegnare e semplificare i processi di gestione della rete elettrica e di comunicazione verso il cliente grazie a tecnologie digitali e Design Thinking. Per farlo sono stati analizzati 27 macro processi endto- end della distribuzione in modo da individuare le necessità e le possibilità di applicare nuove tecnologie o, addirittura, di ridisegnare processi da zero. Intelligenza Artificiale, Machine Learning, Deep Learning, Natural Language Recognition, Digital Image Recognition, Realtà Virtuale, Realtà Aumentata: sono queste le tecnologie che l’azienda utilizza, sfruttando come infrastrutture i nuovi paradigmi dei sistemi per massimizzare l’efficacia dei processi e l’Internet of Things. Nel 2018 sono stati aggiunti al programma ulteriori 7 processi aziendali legati al mondo della sicurezza e dell’ambiente, che hanno generato iniziative come Pelican, il cui rilascio è previsto quest’anno e che permetterà un’ottimizzazione del processo di gestione dei rifiuti volto a massimizzare l’economia circolare e il riciclaggio.
PER CONOSCERE da vicino le novità che stanno di fatto creando un nuovo modo di gestire la rete elettrica e portare la luce fino alle nostre case, basta entrare nella sede di E-Distribuzione. Un esempio di come la digitalizzazione possa supportare la gestione della rete elettrica è la Digital Image Recognition, una funzione che analizza una foto e riconosce alcune caratteristiche dell’immagine. Google, ad esempio, ha rilasciato uno strumento in cloud che permette di comprendere i contenuti di un’immagine e classificare al suo interno oggetti, monumenti, mezzi di trasporto, testi e paesaggi. DigI&N Italy di e-Distribuzione sta appunto usando questa tecnologia, analizzando decine di migliaia di foto, per capire dove siano situati i conduttori di una linea elettrica, distinguere dove e quale sia il sostegno su cui si appoggiano, definire un componente specifico (ad esempio un isolatore) e capirne lo stato di usura dal colore o da eventuali crepe o ruggine. Questa soluzione permette di verificare lo stato degli impianti e di stabilire in quali casi sia necessario effettuare un intervento di manutenzione. Ad acquisire le immagini sono fotocamere installate su elicotteri o droni. Le foto vengono archiviate in cloud e sono poi processate e analizzate dall’algoritmo che comunica l’eventuale necessità di intervento tecnico sul posto.
L’AZIENDA sta inoltre introducendo i droni con una serie di attività che supportano il lavoro delle squadre e dei tecnici: piccoli aerei ad ala fissa o dotati di più eliche (multicotteri) capaci di volare sopra una linea elettrica e scattare foto. Nel 2019 è previsto un massiccio ampliamento della flotta di droni (dalle attuali 10 a 250 unità) per coprire l’intero territorio nazionale. Le prossime sperimentazioni, in collaborazione con ENAC ed ENAV, hanno l’obiettivo di estendere l’utilizzo dei droni fino ad arrivare alla completa automazione del volo e al riconoscimento del guasto grazie alla Image recognition. Migliora anche il rapporto tra azienda e clienti: il Preventivo Smart consente ad esempio di avere informazioni in real-time su tempi e costi di gran parte delle richieste formulate dai clienti; il Tracking Pratica traccia lo stato di avanzamento delle pratiche; e il Tracking in Campo permette al cliente di ricevere informazioni sulla distanza e il tempo di arrivo della squadra.
C’È ANCHE L’E-PIN che consente di identificare l’operatore che si presenta nell’abitazione per eseguire attività operative. Il cliente lo può utilizzare (tramite Numero Verde, sito web o APP di E-Distribuzione). Queste iniziative di digitalizzazione dei processi della rete si aggiungono a Open Meter, il grande progetto di sostituzione e installazione dei contatori di seconda generazione di E-Distribuzione. Una delle grandi novità del nuovo contatore è la disponibilità di un canale di comunicazione che consentirà lo sviluppo e la diffusione di dispositivi commerciali dedicati ai servizi di energy management e home automation e favorirà una gestione sempre più razionale dei carichi domestici e degli impianti di generazione da fonti rinnovabili. Con le Smart Grid, E-Distribuzione sarà in grado di integrare le azioni di tutti gli attori connessi alla propria rete elettrica, produttori o consumatori, per distribuire energia in modo sicuro, sostenibile ed economicamente vantaggioso. Il nuovo contatore aiuterà a consumare meglio l’energia e a ridurre l’impatto ambientale. Sarà quindi il fulcro per lo sviluppo della città sostenibile.