La progettualità dell’arte urbana degli eco-murales parte dall’Italia nel 2018. A Roma è stato realizzato ‘Hunting Pollution’, il più grande in Europa con la tecnologia Airlite, che rappresenta un airone tricolore, specie in estinzione, in lotta per la sopravvivenza. Nel 2020 90 street artist da tutto il mondo si sono uniti per la campagna Color4Action, raccolta fondi per la lotta globale all’emergenza Covid, mentre Outside In (foto) è stato capofila della cordata internazionale per il primo murales green a tema LGBT+ di 250 mq sempre a Roma.