22 apr 2022

Il murale mangia-smog Nouch all’Università per sensibilizzare tutti

Stasera alle 19,30 l’olandese Nouchka Huijg, in arte Nouch, inaugurerà il suo intervento site specific ’Natura in fabula’ su un muro esterno dell’università di Palermo (facoltà di Ingegneria). La tematica ambientalista, intonata alla Giornata della Terra che intende celebrare, in questo caso si sposa anche con una tecnica che usa pigmenti in grado di fare da spazzini anti-smog. Il nero, prodotto in India, contiene particelle di fuliggine prelevate dall’atmosfera mentre il bianco pulisce l’aria trasformando gli agenti inquinanti in innocui sali minerali.

Un metro quadrato di pittura assorbe la stessa quantità di polveri sottili di un metro quadrato di foresta. Quanto al disegno, Nouch ha attinto dal repertorio delle sue airheads (teste vuote) per simboleggiare la scarsa consapevolezza nei confronti dell’ecosistema. Teste e occhi più grandi come nelle figure preferite dai bambini, nel murale questi volti di coniglio si affastellano fino a formare una specie di cervello umano. Nouch li ha incisi sul muro issandosi dentro un cestello elevatore.

"Mi sono misurata direttamente con l’architettura e perché il mio lavoro non venga percepito come una forzatura ho cercato di condividerlo con la comunità universitaria. Voglio contribuire a diffondere la conoscenza di questi materiali a impatto zero, su cui sta crescendo l’interesse anche del mondo della moda".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?