I cambiamenti climatici e i loro effetti al centro del premio Reporter per la Terra 2017
I cambiamenti climatici e i loro effetti al centro del premio Reporter per la Terra 2017

Bologna, 4 giugno 2017 - Domani, 5 giugno, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, Earth Day Italia assegnerà il premio Reporter per la Terra 2017. Il premio, giunto alla terza edizione, aprirà #All4thegreen, la rassegna di eventi cittadini che precederanno l’apertura del G7 Ambiente dell’11 e 12 giugno, la premiazione sarà preceduta da una sessione del Forum Terra Italia che proporrà una lettura dei principali eventi ambientali dell’ultimo anno da discutere con i giornalisti e i fotografi premiati.

Con un occhio particolare al nostro Paese, la discussione partirà dalla considerazione che i cambiamenti climatici e la crisi ambientale globale hanno connessioni fortissime con le grandi questioni del nostro tempo, dalle emergenze migratorie, alle tensioni sociali, alla crisi alimentare ai venti di guerra che alimentano tutti questi fenomeni, sottolineando il ruolo strategico dell’informazione, chiamata a rappresentare la complessità e l’interdipendenza delle sfide globali.

“Alla vigilia di una manifestazione importante come il G7 ci sembra importante portare l’attenzione sul ruolo che l’informazione può e deve avere nel raccontare questioni come i cambiamenti climatici, le migrazioni, le tensioni politiche e sociali, e il modo in cui queste siano strettamente connesse tra loro – dichiara Pierluigi Sassi, presidente di Earth Day Italia -. Si tende a polarizzare e spettacolarizzare l’informazione, ma questo non fa che alzare muri e contribuire alla costruzione di politiche superficiali che non tengono conto della complessità della situazione".

G7 AMBIENTE: LO SPECIALE

La premiazione inizia alle 10 in Cappella Farnese di Palazzo d'Accursio e interverrà il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti. Presenti anche Pierluigi Sassi, presidente Earth Day Italia, Roberta Cafarotti, direttore scientifico Earth Day Italia
Lino Zani, giornalista, premio speciale Reporter per la Terra per Linea Bianca, Kadir van Lohuizen, fotografo, premio speciale Reporter per la Terra.

Il comitato di esperti che ogni anno si occupa di selezionare i migliori reportage fotografici e individua i giornalisti che più di altri si sono distinti, attraverso un linguaggio semplice e diretto, per la capacità di portare all’attenzione del grande pubblico temi troppo spesso trascurati, in questa edizione è composto da Emanuele Bompan, Tommaso Tetro, Pietro Dommarco, Giada Connestari, Francesco Zizola, Edo Ronchi, Rossella Muroni, Alfonso Pecoraro Scanio, Oliviero Sorbini, 

La giuria è composta da Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna, il ministro Gian Luca Galletti, Lucia Grenna, program manager Connect4Climate World Bank, Roberto De Ritis, giornalista e capo ufficio stampa Enea, Marco Ferrazzoli, giornalista e capo ufficio stampa Cnr, Marco Fratoddi, docente di Giornalismo e Nuovi Media all'università di Cassino, Marica Di Pierri, presidente Cdca, Donatella Bianchi, giornalista e conduttrice LineaBlu, Paolo Messa, direttore Centro Studi Americani, Roberto Coizet, presidente di Edizioni Ambiente, Sergio Ferraris, presidente Comitato Scientifico Giornalisti nell’Erba e Camillo Ricci, amministratore delegato EprComunicazione.