Atomium di Bruxelles, la riproduzione in piazza XX settembre a Bologna
Atomium di Bruxelles, la riproduzione in piazza XX settembre a Bologna

Bologna, 3 giugno 2017 - L’Atomium di Bruxelles, con i suoi duemila chili di alluminio riciclato tra tubi, lattine per bevande e coperchi, “atterra” a Bologna, in piazza XX Settembre e apre la settimana #All4thegreen del G7 Ambiente. La maxi riproduzione del famoso monumento della capitale belga è realizzata in scala 1:10 con l’equivalente di 160.000 lattine dal Consorzio imballaggi alluminio CIAL. Ad inaugurarla, lunedì 5 giugno alle 17, giornata mondiale dell’Ambiente, il Ministro all’Ambiente Gian Luca Galletti, l’assessore all’Urbanistica e all’Ambiente di Bologna Valentina Orioli e il direttore generale CIAL Gino Schiona.

Simbolo europeo della razionalità, della cooperazione fra i popoli e delle nuove frontiere della ricerca scientifica e della sostenibilità, l’Atomium bolognese (#atomiumbologna) ha una struttura portante costituita da tubi di alluminio alta 11 metri - ha una base di 8 metri e una circonferenza di 9 metri - ed è ricoperta da lattine di bevande (il reticolo) e di tappi di lattine (le sfere).

La gigante installazione – fedele riproduzione in scala della futuristica struttura di Bruxelles che è alta 102 metri - sarà visibile al pubblico per una settimana intera fino al 12 giugno, data di chiusura del G7. La riproduzione dell’Atomium fa parte del gruppo dei grandi monumenti-simbolo realizzati in lattine dal CIAL. E' stata creata dall'associazione di volontariato Aido di San Bonifacio (Verona), il ricavato è destinato a scopi sociali.

“La collaborazione tra CIAL e il mondo del volontariato – spiega Schiona – rappresenta oggi uno dei sistemi più interessanti per la promozione e lo sviluppo di una cultura di sostenibilità ambientale, coerente con la salvaguardia dell’ambiente e delle sue risorse naturali, che assume un valore ancora maggiore per il fine sociale che la caratterizza”.