19 mar 2022

"Va tutto bene, ci manca l’ultimo passo"

Leclerc fiducioso, la Red Bull sembra raggiungibile: "Secondo me sono ancora i più forti, ma proveremo a migliorare"

Dall’alto Charles Leclerc ieri dentro l’abitacolo della Ferrari, e Carlos Sainz jr.
Dall’alto Charles Leclerc ieri dentro l’abitacolo della Ferrari, e Carlos Sainz jr.
Dall’alto Charles Leclerc ieri dentro l’abitacolo della Ferrari, e Carlos Sainz jr.

Sakhir (BAHRAIN)

Rosso di sera e anche di mattina. E l’ottimismo della volontà salte, anche se il pessimismo della ragione e il realismo dei bilanci sportivi degli ultimi anni frenano la voglia di sognare di chi da troppo tempo aspetta la Ferrari dove merita la sua storia, ovvero ai vertici.

Però anche ieri, nelle libere che non valgono punti né posti in griglia ma qualche indicazione comunque la danno, i due piloti del Cavallino si sono messi in mostra girando sempre con tempi interessanti, alle spalle di Gasly nel primo turno, di Verstappen nel secondo.

E quindi si capisce la soddisfazione di Charles Leclerc dopo le libere che lo hanno visto al secondo posto, a 87 millesimi da Verstappen: "Vediamo domani (oggi, ndr) come andrà, per adesso è positivo, anche se c’è margine per tutti. Abbiamo fatto tanti test e cambiato molto ed è andata bene. Siamo più o meno lì tutti – ha detto il monegasco –, secondo me per adesso siamo ancora dietro alla Red Bull, ma proveremo a fare uno step successivo".

Contento anche Carlos Sainz dopo il terzo posto ottenuto al termine delle prime due sessioni: "Fa piacere vedere la squadra più avanti rispetto allo scorso anno. Oggi facevamo giri veloci con maggiore facilità. A essere sincero non ho trovato buon feeling con la macchina, abbiamo potenziale e stiamo facendo un buon lavoro, ma adesso tocca a me trovare il giusto feeling. Studierò come trovare quel mezzo secondo che mi separa da Charles e Max".

Il team principal Mattia Binotto ha ripreso le sue stesse parole di pochi giorni prima, ma stavolta valgono di più alla luce dei giri effettuati in pista: "I test avevano indicato che noi e Verstappen saremmo stati veloci e le prime due libere hanno dimostrato questo. Abbiamo due piloti mentalmente pronti a fare bene per la Ferrari, cercando di ottenere il miglior risultato possibile – ha detto Binotto –. Sono in forma. Bisogna sempre cercare di puntare al meglio, compresa la vittoria. La concorrenza è molto forte, è giusto crederci ma non dobbiamo illuderci. Firmare per il 2° posto? Oggi no, anche se avere due piloti sul podio sarebbe bello. Però è giusto ambire sempre alla vittoria".

E ancora: "La Power Unit ha fatto un grosso passo avanti, ma bisogna aspettare le qualifiche. E’ un bel segnale vedere tanti motori Ferrari là davanti. Sono sicuro che anche Mercedes abbia ancora cavalli da giocare. Tutti ci teniamo in tasca qualcosa, abbiamo spinto ma non al massimo. Dobbiamo aspettare 4-5 gare, ma siamo competitivi e si è visto. Possiamo competere in questa fase di stagione".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?