Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
19 mar 2022

Cento di questi anni, Monza si rifà il look

Il governo ha stanziato venti milioni di euro per ammodernare la pista in tempi concreti: quest’anno sarà un compleanno speciale

19 mar 2022
marco galvani
Sport

di Marco Galvani

"In tutto il mondo, quando si pensa alla F1 non si può non ricordare il grande contributo che l’Italia ha dato a questo sport e i primi 100 anni del circuito di Monza ne sono una importante testimonianza": sono parole di Stefano Domenicali, amministratore delegato di Formula One Group. "Monza è speciale, Monza è casa per la Formula Uno, ha da sempre scritto tra le pagine più importanti di questo sport che da oltre 70 anni regala emozioni, passione e sorriso. Ci prepariamo ad entrare in una nuova era per la F1, con nuovi regolamenti e nuove macchine che creeranno gare ancora più avvincenti e siamo entusiasti di avere nel calendario ufficiale del 2022 ancora una volta l’Italia grande protagonista con due tappe a Imola e Monza".

Domenicali ‘benedice’ il Tempio della velocità. Che proprio quest’anno taglia il traguardo del secolo di storia. Cent’anni di avanguardia, ricerca, tragedie, polemiche e successi.

Il 3 settembre, il giorno esatto dell’inaugurazione nel 1922, quando il circus iridato correrà in Olanda, Monza festeggerà (idealmente) il compleanno del circuito.

E inizierà la settimana che porterà al Gran premio d’Italia. Nuovi regolamenti, giravolte di piloti e nuove gare in calendario. Ma il Tempio della Velocità rimane una certezza. Novantadue edizioni del Gp d’Italia si sono celebrate tra i cordoli di Monza. Sarà così anche dal 9 all’11 settembre. Con la speranza di rivedere tribune e prati pieni. Come nel 2019, l’ultimo anno prima della pandemia. L’anno dei 200mila nel fine settimana. Poi c’è stato il 2020 a porte chiuse, con i cartonati dei tifosi sui gradoni per rendere meno impietose le immagini trasmesse in mondovisione.

L’anno scorso a mezzo servizio: 46mila tifosi in quattro giorni. E un bagno di sangue sui conti: il Gp ha chiuso con un rosso di 15 milioni di euro. Un anno di problemi e tensioni, il 2021. Ma il 2022 si è aperto con il ‘regalo’ del Governo a sostegno di Monza e del suo centenario: 20 milioni di euro (5 quest’anno, 15 nel 2023) previsti nella legge di Bilancio per sostenere interventi sull’autodromo e altri 5 milioni per ogni anno di contratto fino al 2025 per contribuire a pagare il fee da riconoscere alla Formula Uno. A cui si aggiungono gli 8 milioni di Regione Lombardia sempre per ogni anno fino al 2025. Un tesoretto che permetterà ad Aci Italia di ammodernare un impianto che, al di là del romanticismo, mostra tutti i segni del tempo. In vista c’è la realizzazione di nuovi sottopassaggi e il totale rifacimento della pista. E ancora la sistemazione delle tribune, a cominciare da quella centrale, lungo il rettilineo di partenza che potrebbe essere realizzata già nelle prossime settimane. L’unico modo, per il momento, per abbellirsi a favore di telecamere per il Gp del centenario. La parte più imponente dei lavori, invece, non potrà partire prima del prossimo autunno.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?